Coronavirus, in Spagna la polizia picchia un ragazzo con problemi psichici e sua madre: il video shock

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 30 Mar. 2020 alle 16:23 Aggiornato il 30 Mar. 2020 alle 16:25
334

Coronavirus, in Spagna la polizia picchia un ragazzo con problemi psichici e sua madre: il video shock

Un ragazzo con problemi psichici e sua madre sono stati arrestati dopo essere stati violentemente colpiti con un manganello da agenti di polizia che avevano fermato il giovane per domandargli dove si stesse recando e richiedere l’autocertificazione per via dell’emergenza Coronavirus. E’ successo nel pomeriggio di ieri, domenica 29 marzo, a Bilbao, nella Spagna settentrionale, in uno dei vicoli del quartiere San Francisco della più grande città dei Paesi Baschi. Il 22enne stava camminando per la strada con una borsa quando sono sopraggiunti gli agenti di Ertzaintza, uno dei corpi della polizia basca, che lo hanno fermato e gli hanno domandato di giustificare la sua uscita dall’abitazione per via delle misure di restrizione dovute alla pandemia da Covid-19. Come riferito da El Correo a quel punto gli agenti, trovandolo senza una valida motivazione per la sua uscita  – nonostante nel video il ragazzo dice di essersi recato in un negozio e mostra un certificato – volevano denunciarlo, ma il ragazzo ha reagito iniziando ad alzare i toni e avvicinandosi minacciosamente a uno dei due agenti che, di tutta risposta, ha tirato fuori il manganello e lo ha colpito.

Mentre veniva bloccato al muro dai due agenti è poi sopraggiunta la madre del 22enne, la quale ha fin da subito spiegato alla polizia dei problemi psichici del ragazzo. “Es loco, es loco!”, si sente gridare la donna nello scioccante video in cui, pochi istanti dopo, anche lei viene colpita dagli agenti mentre cerca di evitare che arrestino suo figlio. Nel video si sentono le rimostranze dei vicini che, assistendo alla scena e all’aggressione anche della donna di 49 anni, urlano contro gli agenti chiedendogli di fermarsi. Dell’aggressione della polizia ai danni della donna e di suo figlio con infermità mentale ne stanno parlando in queste ore i media locali, i quali hanno riferito che verrà aperta un’indagine sulle azioni compiute dai due agenti di Ertzaintza. Il video, intanto, in poche ore ha fatto il giro dei social e provocato l’indignazione di tanti utenti per la violenza della polizia, mentre altri hanno commentato giustificando la reazione degli agenti. La associazione di Bilbao SOS Racismo ha condannato l’episodio e la “brutalità della polizia”, denunciando il fatto che si tratta solo di uno dei tanti che si verificano nel quartiere San Francisco di Bilbao.

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

Leggi anche:  1. Spagna, gruppo di anziani positivi al Coronavirus preso a sassate dai residenti: “Qui non li vogliamo” / 2. ESCLUSIVO TPI: Una nota riservata dell’Iss rivela che il 2 marzo era stata chiesta la chiusura di Alzano Lombardo e Nembro. Cronaca di un’epidemia annunciata / 3. Coronavirus Anno Zero, quel 23 febbraio all’ospedale di Alzano Lombardo: così Bergamo è diventata il lazzaretto d’Italia

334
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.