Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:17
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Corea del Nord, test “molto importante” nel sito per il lancio di satelliti. Ma per gli analisti è una prova sui missili a lungo raggio (e un messaggio agli Usa)

Immagine di copertina
Kim Jong Un, leader supremo della Corea del Nord, e Donald Trump, presidente degli Stati Uniti

Corea del Nord, test “molto importante”: lancio di satellite o missile a lungo raggio?

La Corea del Nord ha effettuato un “test molto importante” nel sito di Sohae, adibito al lancio in orbita di satelliti. Lo riferisce oggi, domenica 8 dicembre, l’agenzia di stampa centrale di Pyonyang, Kcna. I risultati dell’operazione, riferisce l’agenzia, avranno “un impatto importante sulla modifica della posizione strategica della Corea del Nord nel prossimo futuro”.

Gli analisti ritengono che potrebbe essersi trattato di test su un missile a lungo raggio da leggersi come un tentativo per mettere ulteriore pressione sugli Stati Uniti nelle difficili trattative sul nucleare.

L’ambasciatore della Corea del Nord all’Onu, Kim Song, ha affermato che la denuclearizzazione “è già uscita dal tavolo delle trattative”: “Non abbiamo bisogno di lunghi e difficoltosi colloqui con gli Usa”, ha sottolineato.

Pyongyang ha avvertito Washington che, se non si troverà una intesa entro la fine dell’anno che comporti un significativo sgravio delle sanzioni, intraprenderà “una nuova strada”.

Nei giorni scorsi il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, aveva dichiarato di confidare ancora nell’accordo. Il fallimento nelle trattative sul nucleare con il suo omologo Kim Jong Un sarebbero lette come un fallimento per Trump, a un anno dalle elezioni presidenziali.

Le Nazioni Unite hanno vietato alla Corea del Nord di lanciare satelliti perché considerati parti di un test della tecnologia missilistica a lungo raggio. Dopo ripetuti fallimenti, Pyongyang ha messo in orbita con successo un satellite per la prima volta nel 2012, proprio dal sito di Sohae, e ne ha lanciato un altro nel 2016.

Gli analisti ritengono che la Corea del Nord potrebbe lanciare un satellite spaziale se non ottenesse concessioni dagli Stati Uniti. Ciò gli permetterebbe di testare e mostrare le sue capacità di razzo in un modo meno provocatorio rispetto al lancio di un missile balistico a lungo raggio.

La Corea del Nord ha condotto i suoi ultimi test nucleare a settembre 2017 e di un missile intercontinentale a dicembre 2017.

Leggi anche:

In Corea del Nord Kim Jong-un ha inaugurato la “città ideale socialista”

Ti potrebbe interessare
Esteri / Un utente ha scoperto una base militare “segreta” nel deserto del Sahara con Google Earth
Costume / "The Prince", la dissacrante serie tv sulla royal family scandalizza il Regno Unito
Esteri / Molesta le assistenti di volo e scatta la lite: passeggero legato al sedile con lo scotch e arrestato
Ti potrebbe interessare
Esteri / Un utente ha scoperto una base militare “segreta” nel deserto del Sahara con Google Earth
Costume / "The Prince", la dissacrante serie tv sulla royal family scandalizza il Regno Unito
Esteri / Molesta le assistenti di volo e scatta la lite: passeggero legato al sedile con lo scotch e arrestato
Esteri / Si è suicidato uno dei poliziotti che difesero Capitol Hill dall’assalto: è il quarto in 7 mesi
Esteri / Atene assediata dagli incendi: migliaia di abitanti e turisti costretti alla fuga
Esteri / Cadaveri per le strade, negozi in fiamme e raid aerei: migliaia di civili fuggono dai talebani nel sud dell’Afghanistan
Esteri / Ucraina, uomo si barrica nella sede del governo e minaccia di far esplodere una bomba: arrestato
Esteri / "Quella maledetta esplosione ha ucciso nostra figlia e distrutto la nostra casa"
Esteri / L’Ungheria evoca l’uscita dall’Ue: “Possibile nel 2030, quando dovremo dare più di quanto riceviamo”
Esteri / A Wuhan torna l’incubo lockdown: isolato un quartiere e chiuse le scuole