Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:11
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Dall’inizio del 2016 i migranti in Germania hanno commesso 69mila crimini

Immagine di copertina

Un report della polizia federale tedesca ha comunque sottolineato che, alla luce dei dati raccolti, la maggior parte di loro non commette crimini

Un report della Bundskriminalamt, la polizia federale tedesca, ha reso noto che nei primi tre mesi del 2016 i migranti in Germania hanno commesso o hanno tentato di commettere circa 69mila crimini.

Negli scorsi mesi c’è stato un afflusso record di migranti in Germania: solo nel 2015 sono arrivate più di un milione di persone.

Il report sottolinea anche che, alla luce di questi dati, la grande maggioranza dei migranti non commette alcun crimine.

In termini relativi, i più propensi a violare la legge sono maghrebini, georgiani e serbi. In numeri assoluti, la maggior parte dei reati è stata commessa dai più grandi gruppi etnici di richiedenti asilo: siriani, afghani e iracheni.

Il 29,2 per cento dei crimini sono furti, il 28,3 per cento sono violazioni di proprietà e contraffazioni. I crimini a sfondo sessuale costituiscono l’1,1 per cento del totale. In generale, i crimini sono diminuiti del 18 per cento da gennaio a marzo.

Lo scorso capodanno, centinaia di donne sono state molestate a Colonia da sospetti migranti nordafricani e arabi. Il grave episodio ha scatenato un’ondata di proteste e ostilità nei confronti degli extracomunitari in tutto il paese.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane
Esteri / Dalla conversione all’Islam ai precedenti: chi è l’attentatore di Kongsberg armato di arco e frecce