Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:35
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Dall’inizio del 2016 i migranti in Germania hanno commesso 69mila crimini

Immagine di copertina

Un report della polizia federale tedesca ha comunque sottolineato che, alla luce dei dati raccolti, la maggior parte di loro non commette crimini

Un report della Bundskriminalamt, la polizia federale tedesca, ha reso noto che nei primi tre mesi del 2016 i migranti in Germania hanno commesso o hanno tentato di commettere circa 69mila crimini.

Negli scorsi mesi c’è stato un afflusso record di migranti in Germania: solo nel 2015 sono arrivate più di un milione di persone.

Il report sottolinea anche che, alla luce di questi dati, la grande maggioranza dei migranti non commette alcun crimine.

In termini relativi, i più propensi a violare la legge sono maghrebini, georgiani e serbi. In numeri assoluti, la maggior parte dei reati è stata commessa dai più grandi gruppi etnici di richiedenti asilo: siriani, afghani e iracheni.

Il 29,2 per cento dei crimini sono furti, il 28,3 per cento sono violazioni di proprietà e contraffazioni. I crimini a sfondo sessuale costituiscono l’1,1 per cento del totale. In generale, i crimini sono diminuiti del 18 per cento da gennaio a marzo.

Lo scorso capodanno, centinaia di donne sono state molestate a Colonia da sospetti migranti nordafricani e arabi. Il grave episodio ha scatenato un’ondata di proteste e ostilità nei confronti degli extracomunitari in tutto il paese.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Iran, primo manifestante giustiziato dall'inizio delle proteste
Esteri / Putin rilancia l’allarme nucleare e ammette: “L’operazione in Ucraina potrebbe essere lunga”
Esteri / Caos in Perù: il Parlamento destituisce Castillo dopo il tentativo di sciogliere l’assemblea. Il presidente arrestato
Ti potrebbe interessare
Esteri / Iran, primo manifestante giustiziato dall'inizio delle proteste
Esteri / Putin rilancia l’allarme nucleare e ammette: “L’operazione in Ucraina potrebbe essere lunga”
Esteri / Caos in Perù: il Parlamento destituisce Castillo dopo il tentativo di sciogliere l’assemblea. Il presidente arrestato
Esteri / Guerra in Ucraina, Putin: “La Russia è pronta a difendersi con ogni mezzo”. Cresce la minaccia nucleare
Esteri / Il Time sceglie Zelensky come “persona dell’anno” per il 2022
Economia / La Francia vieta i voli brevi: via libera dell’Ue, ma solo se c’è il treno. In Italia a rischio tre tratte
Esteri / Commissione Ue: “Riconoscere i diritti dei genitori gay in tutti i Paesi membri”
Esteri / “La Russia ‘congela’ ora la guerra per lanciare un’offensiva in primavera”: l’allarme della Nato
Esteri / Torso killer, l’assassino più spietato della storia: la confessione di altri cinque omicidi dopo 50 anni
Esteri / Germania, preparavano un colpo di Stato e il ritorno al Reich: 25 arresti