Uccide il suo cane con 100 coltellate e lo butta nella spazzatura: la follia di Jacob, un ragazzo dell’Arizona

Di Antonio Scali
Pubblicato il 5 Mar. 2019 alle 23:00 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:31
0
Immagine di copertina

CANE UCCISO CENTO COLTELLATE – Una violenza inaudita e folle contro un cane indifeso. Jacob Bushkin, 29 anni, si torva in carcere dopo che i suoi genitori e i fratelli hanno trovato il corpo del loro golden retriever accoltellato e gettato in un bidone dell’immondizia vicino alla loro casa.

L’episodio è avvenuto pochi giorni fa a Scottsdale, in Arizona. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di aver ucciso l’animale e per abusi. Secondo quanto ricostruito dalla polizia locale, il golden retriever di nome Cub era vivo quando è stato accoltellato più di 100 volte da Jacob, quello che doveva essere il suo padrone.

Il colpo fatale con un fendente gli ha tagliato la gola. I familiari, quando se ne sono accorti, hanno provato a portare l’animale in un ospedale veterinario, ma per lui purtroppo non c’era nulla da fare. Il cane era già morto.

Dal canto suo, Jacob ha provato a difendersi dicendo che “non aveva preso le sue medicine” e che non dormiva da giorni. Gli agenti hanno anche ascoltato il suo ex coinquilino, che ha confermato i problemi di salute mentale del ragazzo: “Jacob mi spaventava con il suo comportamento bipolare e schizofrenico”, ha raccontato.

Ora l’uomo, detenuto in un carcere della zona, ha una taglia da 300mila dollari. Un gesto talmente folle che neppure il suo avvocato, Ryan Tait, ha commentato le accuse.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.