Covid ultime 24h
casi +8.824
deceduti +377
tamponi +158.674
terapie intensive +41

Il Canada interromperà i bombardamenti contro l’Isis

Il primo ministro canadese Justin Trudeau ha annunciato che dal 22 febbraio il Canada contribuirà solo all'addestramento di truppe locali

Di TPI
Pubblicato il 8 Feb. 2016 alle 17:29 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 20:03
0
Immagine di copertina

Il primo ministro canadese Justin Trudeau ha annunciato lunedì 8 febbraio 2016 che il Canada interromperà la propria partecipazione alla campagna di bombardamenti aerei contro lo Stato islamico non più tardi del 22 febbraio.

Nel frattempo, gli sforzi militari saranno incrementati. Le forze canadesi (tra cui uomini delle forze speciali) coinvolte nell’addestramento delle truppe irachene impegnate nella lotta all’Isis saranno triplicate, mentre 230 soldati andranno a infoltire i ranghi della Joint Task Force irachena.

Trudeau ha dichiarato che il Canada continuerà a svolgere un ruolo importante nella lotta al sedicente Stato islamico, confermando la disponibilità a contribuire all’addestramento di forze locali, e moltiplicando gli sforzi in campo umanitario e dello sviluppo.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.