Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:19
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Fino a che età il nostro carattere continua a evolversi?

Immagine di copertina

Gli psicologi si interrogano da più di un secolo sulla questione della personalità, e su quanto e quando questa possa essere modificata man mano che avanza l’età

Gli psicologi si interrogano da più di un secolo sulla questione della personalità, e su quanto e quando questa possa essere modificata man mano che avanza l’età di una persona.

William James, psicologo di Harvard il cui testo del 1890 Principi di psicologia è considerato uno dei cardini della scienza in questione, teorizzò per primo che una volta raggiunta l’età adulta, il carattere personale si “stabilizzi” senza più subire particolari modifiche. Un passaggio del testo citato riporta infatti: “Nella maggior parte di noi, all’età di trent’anni, il carattere si è fissato come fosse intonaco, e come l’intonaco
non si ammorbidirà più”.

Brian Little, docente contemporaneo di psicologia presso l’Università di Cambridge e autore del libro Me, Myself, And Us è in parte d’accordo con l’affermazione del suo collega, ma sostiene che le nostre personalità siano “intonacate” solo a metà nel momento in cui si compiono i trent’anni.

Sarebbe ancora valida l’idea secondo cui si cambia molto durante l’adolescenza e intorno ai vent’anni, rallentando una volta vicini all’approccio con i trenta, ma secondo Little possiamo “scegliere di agire contro la nostra natura”.

Nel parlare di carattere, gli psicologi di solito riferiscono a cinque tratti distinti: apertura, coscienziosità, estroversione, gradevolezza e nevrosi. Queste sono le nostre caratteristiche principali, che in genere non variano a seconda del particolare stato d’animo in cui ci
troviamo.

Secondo alcuni, questi tratti sarebbero legati al nostro patrimonio genetico, tanto che ricerche su gemelli identici, per esempio, hanno mostrato che questi cinque tratti sono ereditari al 40/50 per cento, e per il resto sono sensibili alle esperienze personali di ognuno.

Paul T. Costa Jr., ricercatore emerito presso il laboratorio di scienza comportamentale presso il National Institutes of Health, sostiene: “Se
seguiamo le stesse persone nel corso del tempo, notiamo che i grandi cambiamenti avvengono dalla prima adolescenza all’età adulta, e dopo i 30-35 anni si affievoliscono notevolmente. Ci sono ancora cambiamenti di personalità in seguito, ma sono molto, molto modesti rispetto alle fasi precedenti della vita”.

Secondo Costa, dai 18 ai 30 anni le persone tendono a diventare più nevrotiche, più introverse e meno aperte a nuove esperienze, ma anche più cordiali e più coscienziosi. Dopo i 30 anni, si notano le stesse tendenze, ma il tasso di variazione diminuisce notevolmente”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Variante Omicron, l’Oms: “Rischio elevato, possibili gravi conseguenze”
Esteri / Repubblica Ceca, la nomina del nuovo primo ministro è a prova di Covid | VIDEO
Esteri / Disney+ sbarca a Hong Kong, la censura elimina l’episodio dei Simpson su Piazza Tiananmen
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Variante Omicron, l’Oms: “Rischio elevato, possibili gravi conseguenze”
Esteri / Repubblica Ceca, la nomina del nuovo primo ministro è a prova di Covid | VIDEO
Esteri / Disney+ sbarca a Hong Kong, la censura elimina l’episodio dei Simpson su Piazza Tiananmen
Esteri / Il business del plasma: quanto guadagnano gli Usa dal sangue dei più poveri
Esteri / Inchiesta “Oro liquido”: il prezzo del commercio di sangue nell’America degli ultimi
Esteri / Vietato dire Natale: le linee guida per la “comunicazione inclusiva” dell’Ue
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Cronaca / Russia, incidente in una miniera di carbone in Siberia: 52 morti