Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:50
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Ucciso il secondo uomo più potente del Burundi

Immagine di copertina

Secondo molti, era l'uomo con maggiore potere in Burundi subito dopo il presidente Pierre Nkurunziza. È stato ucciso in un attentato a bordo della sua auto a Bujumbura

Il generale Adolphe Nshimirimana, uno stretto collaboratore del presidente del Burundi Pierre Nkurunziza, è stato ucciso lo scorso due agosto nella capitale Bujumbura, nell’ovest del Paese.

Nshimirimana era stato a capo dei servizi segreti interni del Paese e dello Stato Maggiore dell’esercito. Secondo molti, era l’uomo più potente in Burundi subito dopo il presidente.

Il numero due del regime di Nkurunziza era stato accusato di aver ordinato azioni repressive nei confronti dei manifestanti che protestavano contro il governo.

Quando è stato colpito dal razzo che ha ucciso lui e una sua guardia del corpo si trovava nella sua auto, nei pressi del quartiere di Kamenge.

Il portavoce del governo Willy Niyamitwe, nel dare la conferma della morte di Nshimirimana, ha riferito di aver perso “un fratello, un compagno di lotta”.

A partire dal mese di aprile il Burundi è stato colpito da una serie di violente proteste, scoppiate in particolare nella capitale Bujumbura, seguito dell’annuncio da parte del presidente Pierre Nkurunziza di concorrere alle elezioni presidenziali per un terzo mandato.

Complessivamente gli scontri hanno causato la morte di almeno 100 persone e il tentativo di un colpo di stato a metà maggio. Oltre 100mila persone hanno lasciato il Paese per il timore delle violenze.

Il 21 luglio scorso in un clima di forte tensione si sono svolte le elezioni, boicottate dall’opposizione e vinte dal partito di Pierre Nkurunziza, che si è così riconfermato alla guida del Paese.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Esteri / Un milione di dollari in palio per chi si vaccina: la lotteria dell’Ohio per incentivare i No Vax
Esteri / "Io, scrittore israeliano, vi dico che l'inferno non finirà mai: Israele non sa riconoscere i suoi errori"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Esteri / Un milione di dollari in palio per chi si vaccina: la lotteria dell’Ohio per incentivare i No Vax
Esteri / "Io, scrittore israeliano, vi dico che l'inferno non finirà mai: Israele non sa riconoscere i suoi errori"
Esteri / Nuovi raid su Gaza, tre razzi lanciati dalla Siria. Finora 126 morti
Esteri / “I vaccinati causano infertilità e aborti”: i no-mask pensano addirittura di usare la mascherina
Esteri / In Cambogia migliaia di persone sono rimaste senza cibo e medicine a causa del lockdown
Esteri / Iran, ragazzo di 20 anni decapitato dai suoi familiari perché gay
Esteri / L’uomo con 151 figli e 16 mogli: “Il mio lavoro è soddisfarle sessualmente”
Esteri / L’ex miss Myanmar si unisce alla lotta contro la dittatura militare: “Combatto per il mio Paese”
Esteri / David Grossman: “Il dialogo è fallito, la violenza fra arabi ed ebrei spezza il sogno della coesistenza”