Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:03
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Bielorussia, l’annuncio di Michel: “Ue non riconosce il risultato del voto. Imporremo sanzioni”

Immagine di copertina

“Oggi mandiamo un messaggio chiaro e solidale con il popolo bielorusso e non tolleriamo impunità. Non riconosciamo il risultato delle elezioni diffuso dalle autorità bielorusse: il popolo bielorusso merita di meglio”. Così il presidente del Consiglio europeo Charles Michel al termine della riunione straordinaria sulla Bielorussia, dove continuano le proteste scoppiate all’indomani delle contestate elezioni del 9 agosto. “La violenza contro questi manifestanti pacifici è stata sconcertante e condanniamo tali comportamenti”, ha aggiunto l’ex premier belga, che poi ha chiesto una rapida “de-escalation” alle autorità di Minsk. “L’Ue sostiene pienamente il processo dell’Osce nella pacificazione della Bielorussia”, ha precisato Michel. “L’Ue imporrà sanzioni contro i responsabili delle violenze e delle violazione dei diritti civili in Bielorussia”, ha annunciato Michel.

“Il futuro della Bielorussia deve essere deciso dal popolo bielorusso e non a Bruxelles né a Mosca. È importante da entrambe le capitali sostenere il processo pacifico di determinazione del futuro della Bielorussia” che deve avvenire “all’interno del Paese. Vogliamo evitare interferenze esterne negative”, ha aggiunto Michel con riferimento alla sua telefonata di ieri con il presidente russo, Vladimir Putin.

Nonostante gli appelli arrivati da diverse nazioni europee, la Russia continua a mantenere una posizione neutrale e guarda alla
Bielorussia come a una nazione “alleata e fraterna”. Quanto sta accadendo, è “un affare interno” del Paese, dicono. Nessun intervento militare russo in difesa del presidente Aleksandr Lukashenko nel quadro dell’Organizzazione del trattato di sicurezza collettiva, almeno non “per ora” ha detto Peskov senza commentare le informazioni apparse sui media secondo cui colonne di equipaggiamento militare russo sarebbero state inviate al confine con la Bielorussia.

Mentre l’opposizione chiede le sue dimissioni e nuove elezioni, Lukashenko promette di sciogliere il Consiglio di coordinamento dell’opposizione, istituito dalla rivale Svetlana Tikhanovskaja per condurre una transizione pacifica di potere. Proprio il leader bielorusso è tornato ad attaccare l’occidente sostenendo che siano “i Paesi occidentali, direttamente, senza nasconderlo, che annunciano apertamente la raccolta di fondi e il loro reindirizzamento verso la Bielorussia, lo vediamo”, ha detto durante la riunione del Consiglio di sicurezza. “Naturalmente non possiamo rintracciare tutti i finanziamenti che vengono inviati qui perché molti sono in contanti. Ma noi lo sappiamo e ci concentreremo su questo problema”.

Leggi anche: “Torturato da forze russe pro-Lukashenko in un campo di concentramento”: la denuncia di un attivista bielorusso a TPI; Bielorussia, la dissidente Tarasevich a TPI: “Lukashenko usa il Covid per violare i diritti umani. Vuole annetterci alla Russia” / 2. L’ultima dittatura d’Europa / 3. “In cella senza cibo, bevevo da un panno intriso di sangue”: il racconto del giornalista italiano arrestato in Bielorussia 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Esteri / I vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2021
Esteri / Un sistema progettato per evitare la tirannia della maggioranza ha creato la tirannia della minoranza
Ti potrebbe interessare
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Esteri / I vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2021
Esteri / Un sistema progettato per evitare la tirannia della maggioranza ha creato la tirannia della minoranza
Esteri / Senatore eletto coi brogli. Ma neanche ora che è stato scoperto dovrà restituire un euro
Esteri / Esercito Europeo: cos’è, come funziona e chi ne fa parte
Esteri / Scudo spaziale, battaglione da 5.000 unità, cooperazione con la Nato: come sarà l’esercito europeo
Esteri / Dalla Polonia al Brasile: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Esteri / Ecco come Amazon trucca i risultati di ricerca per favorire i propri brand e schiacciare le piccole imprese
Esteri / Il business militare di Amazon con Israele rischia di reprimere i palestinesi: vi sveliamo come