Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Biden cancella il Muro di Trump: tagliati tutti i fondi alla barriera col Messico

Immagine di copertina
Credits: EPA/JOEBETH TERRIQUEZ

Il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden porta avanti il processo di “smantellamento” della precedente amministrazione guidata da Donald Trump. Dopo il ritorno degli Usa nell’accordo sul clima di Parigi, la fine del “muslim ban” e altri importanti provvedimenti, Biden ha deciso di tagliare i fondi stanziati per il muro con il Messico eliminando anche possibili risorse future per il “Trump Wall“.

Nella manovra di bilancio messa a punto per il 2022 il presidente americano cancella i fondi a favore della costruzione del muro ai confini tra Usa e Messico, compresi quelli già approvati dall’amministrazione Trump per la costruzione dell’opera e rimasti ancora inutilizzati. “Perché – dice Biden – il problema dell’immigrazione non si affronta con la repressione ma aggredendo il problema alle sue radici e con politiche di più ampio respiro, con un orizzonte di medio e lungo termine”. Il Presidente Usa ha chiesto comunque 1,2 miliardi di dollari per rafforzare la sicurezza dei confini.

Negli ultimi mesi è stato registrato un nuovo boom di ingressi attraverso il confine con il Messico, con migliaia di immigrati in arrivo dal Centro America e, soprattutto, con moltissimi minori non accompagnati. Le politiche migratorie sono cambiate sotto la presidenza di Biden, ma le immagini delle famiglie e dei bambini stipati, stesi a terra e separati da pareti di plastica nel centro migranti a Donna, nel Texas, diffuse nelle ultime settimane ricordano ancora la precedente amministrazione.

Incalzato dalla stampa sulla crisi migratoria in corso, Biden ha spiegato: “Stiamo intervenendo già ora, incluso assicurarci di ristabilire quanto accadeva prima, ovvero che (i migranti, ndr) possano stare dove sono e presentare domanda d’asilo dal loro Paese d’origine”.

Leggi anche: 1. Usa, Biden cancella il divieto per i transgender di entrare nell’esercito voluto da Trump; // 2. Biden cancella subito Trump: gli Usa rientrano negli accordi di Parigi sul clima; // 3. Le altalene rosa che abbattono il muro tra Messico e Usa: l’installazione contro ogni divisione; // 4. Il muro di Trump non regge al vento: crollata una sezione della barriera

Ti potrebbe interessare
Esteri / Elon Musk: “Entro sei mesi il chip di Neuralink nel cervello di un essere umano”
Esteri / Minacce di morte a Megan Markle: cosa è successo alla moglie di Harry
Esteri / Genitori No vax bloccano l’operazione che può salvare la vita del figlio: “Non vogliamo sangue di vaccinati”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Elon Musk: “Entro sei mesi il chip di Neuralink nel cervello di un essere umano”
Esteri / Minacce di morte a Megan Markle: cosa è successo alla moglie di Harry
Esteri / Genitori No vax bloccano l’operazione che può salvare la vita del figlio: “Non vogliamo sangue di vaccinati”
Esteri / Il leader ceceno Kadyrov risponde al Papa: “Vergognoso, è rimasto vittima della propaganda”
Esteri / Monaci positivi al test antidroga: chiuso un tempio buddhista
Esteri / Chi era la 16enne iraniana uccisa perché indossava un cappello da baseball al posto del velo
Esteri / Singapore, abrogata la legge che puniva sesso gay: risaliva all’epoca coloniale
Esteri / Per 11 giorni aggrappati al timone di una petroliera: tre migranti sopravvivono alla traversata dalla Nigeria alle Canarie
Esteri / L’allarme di Kiev: “Navi russe con 84 missili nel Mar Nero e nel Mediterraneo”
Esteri / Qatar, un alto dirigente ammette che i lavoratori morti per preparare i Mondiali sono stati “tra i 400 e i 500”