Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:14
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Florida, padre di famiglia ucciso da batterio killer contratto in spiaggia

Immagine di copertina
Contrae batterio killer in spiaggia, muore dopo 48 ore di agonia

Dave Bennet è morto dopo essere entrato in contatto con un batterio killer che vive nell’acqua. È successo nella spiaggia di Destin, a ovest della Florida. Padre di famiglia originario di Memphis (Tennessee), Dave Bennett si trovava in un Florida per visitare sua figlia Cheryl.

L’uomo è entrato in acqua per fare il bagno e dopo 12 ore ha cominciato ad accusare i primi sintomi: febbre alta, tremori e crampi.

Piacenza, serpente morde 36enne mentre taglia erba: ricoverato in gravi condizioni

Con l’aggravarsi delle sue condizioni, Bennett è stato portato all’ospedale, dove il personale medico gli ha trovato una macchia scura “terribilmente gonfia” sulla schiena.

È morto dopo alcune ore a causa di una gravissima infezione. Gli esami effettuati in seguito al decesso hanno confermato che l’uomo aveva contratto la fascite necrotizzante, causata dal “batterio mangiacarne”. Le sue condizioni sono degenerate in una sepsi fatale.

Florida, padre di famiglia muore ucciso da un batterio killer in spiaggia

Dave Bennett, che in passato era stato malato di cancro, non disponeva di un sistema immunitario performante, fattore che ha probabilmente aggravato le sue condizioni.

Si è costituito Domenico Massari, l’uomo che a Savona ha sparato e ucciso l’ex moglie Debora Ballesio durante il karaoke in spiaggia

A riportare la tragica storia è il New York Post. La figlia, ancora sotto shock, ha scritto su Facebook: “Non voglio che questo accada a nessun altro. Non c’è abbastanza educazione sui batteri nell’acqua. Devono esserci cartelli segnalatici in ogni spiaggia, in ogni città e parco statale per segnalare che a causa di batteri presenti nell’acqua persone con ferite aperte o sistemi immunitari compromessi non dovrebbero entrare”.

Il video del bambino strappato al padre a Bibbiano diventa virale, ma è un fake
Ti potrebbe interessare
Esteri / Djokovic ha comprato l’80% di un’azienda che lavora a una cura per il Covid
Esteri / Regno Unito, Johnson annuncia la fine delle restrizioni: ma la pandemia corre ancora
Esteri / Eruzione Tonga, Nasa: “500 volte più potente della bomba atomica su Hiroshima”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Djokovic ha comprato l’80% di un’azienda che lavora a una cura per il Covid
Esteri / Regno Unito, Johnson annuncia la fine delle restrizioni: ma la pandemia corre ancora
Esteri / Eruzione Tonga, Nasa: “500 volte più potente della bomba atomica su Hiroshima”
Esteri / Tonga: arrivano i primi aiuti dopo l’eruzione, ma le autorità temono che i soccorritori possano portare uno “tsunami di Covid”
Esteri / Nizza, spari in centro durante un blitz della polizia: un morto
Esteri / Gerusalemme, primo sfratto da cinque anni a Sheikh Jarrah: Israele demolisce la casa di una famiglia palestinese
Esteri / Ucraina, Blinken invita Putin a scegliere una via pacifica
Esteri / Arrestati in Congo gli assassini dell’ambasciatore Attanasio. “Volevano rapirli”
Esteri / Regno Unito, al via test per settimana lavorativa di 4 giorni
Esteri / Covid, in calo i contagi nel Regno Unito. L’Oms: “La fine della pandemia non è lontana”