Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 22:11
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Obama svela la sua playlist musicale del 2020: ecco le sue 20 canzoni preferite

Immagine di copertina

Obama svela la sua playlist musicale del 2020: le sue canzoni preferite

C’è anche Dua Lipa tra i musicisti preferiti di Barack Obama, quelli che l’ex presidente degli Stati Uniti ha incluso nella sua playlist musicale del 2020. E poi Bob Dylan – con “Goodbye Jimmy Reed”, traccia di “Rough and Rowdy Ways”, ultimo album del cantautore – Bruce Springsteen e idoli dell’hip hop e della musica trap come Anderson Paak e Travis Scott. Ma anche l’immancabile Beyonce, con il brano composto insieme a Megan Thee Stallion, “Savage Remix”.

“Ecco alcune delle mie canzoni preferite dell’anno”, ha scritto Obama sui suoi profili social, dove nei giorni precedenti ha condiviso anche la sua lista di libri e film preferiti dell’anno. “Come al solito, ho ricevuto alcuni preziosi consigli per mettere assieme questa playlist 2020 dalla nostra guru musicale di famiglia, Sasha, spero che troviate una o due nuove canzoni da ascoltare”, ha continuato Obama.

Lo zampino di Sasha nella playlist musicale del 2020 di Obama si vede anche nella scelta di un artista di Raggaeton, Bad Bunny, nominato in questi giorni il più ascoltato dell’anno, con il brano “La dificil“. Nel 2020 del Coronavirus e delle elezioni presidenziali più combattute della storia americana recente, Obama non si è fatto mancare un po’ di buona musica.

Leggi anche: 1. Obama: “Ascoltiamo i giovani, salveranno il mondo dal disastro climatico” 2. “Entrai alla Casa Bianca e ci fu il panico”: le memorie presidenziali di Obama nel volume “Terra Promessa”

Ti potrebbe interessare
Esteri / A che punto è la crisi politica in Tunisia: Said licenzia 20 alti funzionari di governo
Economia / Effetto Covid, per tornare in ufficio i lavoratori londinesi chiedono un aumento di stipendio
Esteri / In Germania è iniziata ufficialmente la quarta ondata di Covid
Ti potrebbe interessare
Esteri / A che punto è la crisi politica in Tunisia: Said licenzia 20 alti funzionari di governo
Economia / Effetto Covid, per tornare in ufficio i lavoratori londinesi chiedono un aumento di stipendio
Esteri / In Germania è iniziata ufficialmente la quarta ondata di Covid
Esteri / Influencer di giorno, narcotrafficante di notte: arrestata la 19enne "Miss Cracolandia"
Esteri / San Marino, raggiunta l’immunità di gregge (con lo Sputnik)
Esteri / Cade da una gru durante un video in diretta: morta a 23 anni la star di TikTok Xiao Qiumei
Esteri / Ora Bezos vuole la Luna: proposto alla Nasa lo sviluppo di un lander lunare
Esteri / Leverkusen, esplosione in un impianto chimico: almeno un morto. Le autorità: "Non uscite e tenete porte e finestre chiuse"
Ambiente / Il ceo di Philip Morris: “Favorevole al divieto totale di fumo entro il 2030”
Esteri / Costretti a vivere tra le macerie: le vite spezzate dei bambini a Raqqa