Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 11:35
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Bimbo non vaccinato in coma per tetano: i medici lo salvano ma i genitori restano “no vax”

Immagine di copertina
Photo credit THOMAS SAMSON/AFP/Getty Images

Un bambino di 6 anni ha rischiato di morire a causa del tetano perché non era vaccinato. Si è trattato del primo caso nell’Oregon, nell’ovest degli Stati Uniti, in trent’anni.

Il piccolo è rimasto 57 giorni in ospedale, di cui 35 in terapia intensiva. Le cure – secondo il rapporto pubblicato dal Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) e diffuso dalla Nbc news – sono costate oltre 800 mila dollari, “senza considerare il trasporto aereo e la riabilitazione”.

Nonostante ciò i suoi genitori, convinti “no-vax”, hanno comunque deciso di non vaccinarlo dopo la guarigione.

Il bambino si infettò nel 2017 dopo un taglio alla testa mentre giocava all’aperto nella fattoria della famiglia.

La ferita venne pulita e cucita dalla sua famiglia a casa, secondo quanto hanno raccontato i medici dell’Oregon che hanno curato il bambino e scritto il rapporto del Cdc.

Sembrava fosse guarito ma sei giorni dopo ebbe una grave crisi con spasmi muscolari in tutto il corpo. Fu portato in elicottero in ospedale e ricoverato in terapia intensiva.

Al suo arrivo in ospedale non era più in grado di respirare autonomamente.

Nell’unità di terapia intensiva pediatrica il piccolo è stato curato in una stanza buia e protetto con tappi per le orecchie perché qualsiasi stimolazione intensificava gli spasmi.

Quando i medici appresero che non aveva ricevuto alcuna immunizzazione, gli venne somministrato un farmaco che conteneva anticorpi contro la tossina del tetano, insieme al vaccino standard contro il tetano, la difterite e la pertosse.

Solo 44 giorni dopo il ricovero – e dopo aver rischiato di morire più volte – tornò a respirare autonomamente.

Dopo 57 giorni in ospedale, fu trasferito in un centro di riabilitazione dove è rimasto altri 17 giorni.

“Quello che posso dire è che questo ricovero sarebbe stato quasi certamente evitato se il paziente fosse stato vaccinato contro il tetano”, ha spiegato a Cbs News Carl Eriksson, medico dell’Oregon Health and Science University.

“La maggior parte dei bambini in età scolare ha ricevuto cinque dosi di vaccino antitetanico, con ogni dose che costa circa 30 dollari”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Scudo spaziale, battaglione da 5.000 unità, cooperazione con la Nato: come sarà l’esercito europeo
Esteri / Dalla Polonia al Brasile: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Ti potrebbe interessare
Esteri / Scudo spaziale, battaglione da 5.000 unità, cooperazione con la Nato: come sarà l’esercito europeo
Esteri / Dalla Polonia al Brasile: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Esteri / Ecco come Amazon trucca i risultati di ricerca per favorire i propri brand e schiacciare le piccole imprese
Esteri / Il business militare di Amazon con Israele rischia di reprimere i palestinesi: vi sveliamo come
Esteri / “Una persona è vecchia quando si sente tale”: la regina Elisabetta rifiuta il premio “Anziani dell’anno”
Esteri / Facebook cambierà nome: presto l’annuncio ufficiale
Esteri / Le femministe fanno causa a Miss France: “Spettacolo sessista e discriminatorio”
Esteri / Regno Unito, torna a fare paura il Covid: oltre 200 morti al giorno e 43mila casi. Sotto osservazione nuova mutazione
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”