Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:03
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Raid aerei australiani contro l’Isis in Siria

Immagine di copertina

L'aeronautica australiana si è unita alla coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti d'America conducendo degli attacchi aerei nel nordest della Siria

Il governo australiano ha dato il via ai primi attacchi aerei in territorio siriano contro le milizie dello Stato Islamico.

Il ministro della Difesa australiano Kevin Andrews, ha confermato nella mattina del 16 settembre 2015, che alcuni cacciabombardieri della Reale Aeronautica Militare Australiana (Raaf) hanno distrutto con missili di precisione un veicolo blindato dell’Isis.

Mercoledì 9 settembre, l’allora primo ministro australiano Tony Abbott aveva annunciato che l’Australia avrebbe aderito alla coalizione internazionale per condurre raid aerei su obbiettivi dell’Isis in Siria.

La coalizione cui si è appena aggiunta l’Australia è guidata dagli Stati Uniti d’America e composta principalmente dalle forze di Canada, Turchia e Emirati Arabi Uniti.

Fino ad ora l’Australia ha condotto tre operazioni aeree nella Siria orientale: due primi attacchi contro veicoli corazzati nei pressi di al-Hasaka, città nel nordest della Siria, e un terzo attacco nell’area petrolifera di Deir el-Zor, sempre nel nordest del Paese.

L’Australia aveva precedentemente effettuato altri 15 raid in Iraq in collaborazione con il governo iracheno contro delle basi dell’Isis.

Il ministro della Difesa francese Jean-Yves Le Drian, ha annunciato il 16 settembre 2015 attraverso la radio pubblica francese France Inter, che la Francia è pronta ad effettuare raid contro l’Isis. L’8 settembre scorso, la Francia aveva iniziato a inviare aerei di ricognizione sulla regione siriana per monitorare le azioni dei militanti dello Stato islamico.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Esteri / I vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2021
Esteri / Un sistema progettato per evitare la tirannia della maggioranza ha creato la tirannia della minoranza
Ti potrebbe interessare
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Esteri / I vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2021
Esteri / Un sistema progettato per evitare la tirannia della maggioranza ha creato la tirannia della minoranza
Esteri / Senatore eletto coi brogli. Ma neanche ora che è stato scoperto dovrà restituire un euro
Esteri / Esercito Europeo: cos’è, come funziona e chi ne fa parte
Esteri / Scudo spaziale, battaglione da 5.000 unità, cooperazione con la Nato: come sarà l’esercito europeo
Esteri / Dalla Polonia al Brasile: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Esteri / Ecco come Amazon trucca i risultati di ricerca per favorire i propri brand e schiacciare le piccole imprese
Esteri / Il business militare di Amazon con Israele rischia di reprimere i palestinesi: vi sveliamo come