Covid ultime 24h
casi +12.694
deceduti +251
tamponi +230.116
terapie intensive -29

Attentato in una moschea in Libia: almeno un morto e 62 feriti

Di TPI
Pubblicato il 9 Feb. 2018 alle 13:42 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 09:18
0
Immagine di copertina

Almeno una persona è morta e altre 62 sono rimaste ferite oggi a Bengasi, in Libia, a seguito dell’esplosione di due bombe nella moschea di Abu Huraira, nel quartiere di Majouri, nel centro della città, durante la preghiera del venerdì.

Un ordigno è stato nascosto all’interno di una bara nel cortile della moschea e il secondo in una scarpiera all’ingresso.

A riferirlo è il quotidiano locale Medan El-Akhbar, che cita le dichiarazioni di alcuni operatori sanitari dell’ospedale El-Galaa della città.

Fadia al-Barghati, responsabile per la comunicazione della struttura, ha confermato al quotidiano egiziano Youm7 l’arrivo in ospedale di “decine di feriti”. Secondo alcuni media egiziani, si tratterebbe di un’autobomba.

Al momento nessun gruppo ha rivendicato l’attacco. Due settimane fa, almeno 41 persone restarono uccise e 80 furono ferite in un duplice attentato avvenuto nella stessa città nella moschea di Al-Radwan.

La città, controllata dal generale Khalifa Haftar, principale oppositore del governo unitario appoggiato dall’Onu e che ha sede a Tripoli, è ancora nel caos. Haftar ne aveva annunciato la liberazione dai jihadisti a luglio dell’anno scorso, dopo una battaglia durata tre anni, ma gli episodi di violenza continuano a sconvolgere la quotidianità della popolazione.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.