Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:55
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Analisi del sangue sperimentali individuano le persone resistenti agli antidepressivi

Immagine di copertina

I ricercatori del King’s College di Londra hanno studiato un nuovo tipo di test che determina quali persone dovrebbero affrontare terapie alternative o più aggressive

Alcuni scienziati britannici hanno sperimentato un nuovo tipo di analisi del sangue capaci di aiutare i medici a scegliere la cura più adatta a ogni singola persona che soffre di depressione.

In questo modo, i pazienti potrebbero evitare lunghi mesi di cure costose e prive di effetto, arrivando a una complessiva personalizzazione dei trattamenti.

Il Royal College of Psychiatrists, la principale organizzazione di psichiatria del Regno Unito, definisce la potenziale scoperta il “santo graal” della psichiatria. Questa, infatti, accelererebbe la comprensione delle cause biologiche della depressione e renderebbe le terapie sempre più specificamente adattabili al paziente.

I ricercatori del King’s College di Londra che hanno sviluppato il test affermano che “Il test predice accuratamente se il paziente risponde o meno alla somministrazione di antidepressivi misurando i marcatori di infiammazione del sangue: più sono alti e più elevata è la loro resistenza”.

In Regno Unito, un sesto della popolazione soffre o ha sofferto di depressione e in un anno vengono spesi 61,5 milioni di sterline in medicinali. Tuttavia, circa la metà dei pazienti non ne trae alcun beneficio.

Allo stato attuale è impossibile determinare coloro che possono prendere medicinali con efficacia e chi dovrebbe invece cambiare metodo di cura. Per verificarne i primi effetti devono passare almeno tre mesi e, a volte, gli antidepressivi hanno effetti collaterali più o meno gravi.

I pazienti più resistenti dovrebbero quindi essere sottoposti a cure più aggressive, spesso combinate con antinfiammatori.

I medici suggeriscono comunque di evitare la prescrizione di farmaci quando non necessaria e consigliano di combinarli con terapie alternative più prettamente psicologiche.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Biden pronto all'addio dopo le pressioni dei democratici: "Potrebbe annunciarlo già nel fine settimana"
Esteri / Guasti informatici in tutto il mondo: aerei a terra e problemi a media e banche
Esteri / Attacco con drone a Tel Aviv vicino all'ambasciata Usa: 1 morto, diversi feriti. L'azione rivendicata dagli Houthi
Ti potrebbe interessare
Esteri / Biden pronto all'addio dopo le pressioni dei democratici: "Potrebbe annunciarlo già nel fine settimana"
Esteri / Guasti informatici in tutto il mondo: aerei a terra e problemi a media e banche
Esteri / Attacco con drone a Tel Aviv vicino all'ambasciata Usa: 1 morto, diversi feriti. L'azione rivendicata dagli Houthi
Esteri / Arabia Saudita, Riad giustizia altri due condannati a morte: oltre 100 esecuzioni dall’inizio del 2024
Esteri / Gaza: Amnesty International denuncia la “tortura diffusa” dei palestinesi da parte di Israele
Esteri / Ursula von der Leyen rieletta presidente della Commissione Ue con 401 sì: FdI vota contro
Esteri / Biden ha il Covid e per la prima volta considera l'ipotesi del ritiro: "Pensate che Kamala Harris possa vincere?"
Esteri / Knesset vota risoluzione contro nascita Stato palestinese. Iran: "Il Consiglio di Sicurezza Onu fermi Israele a Gaza"
Esteri / Amazzonia: le rare immagini della tribù Mashco Piro che vive isolata e senza contatti con il resto del mondo
Esteri / Attentato a Trump, l'indiscrezione della Cnn: "Complotto dell'Iran per assassinare l'ex presidente"