Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 20:40
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

L’allarme dell’Onu: “Donne discriminate e vittime di abusi in Corea del Nord”

Immagine di copertina
Credit: Afp

La Commissione per l'eliminazione della discriminazione contro le donne ha denunciato le condizioni di detenzione nelle carceri femminili, dove stupri e maltrattamenti sono all'ordine del giorno

Le donne nordcoreane non trovano spazio nel mondo della scuola e delle professioni e sono spesso vittime di violenze sessuali in casa e sul posto di lavoro.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Come riportato da Reuters, l’allarme arriva da una tavola rotonda delle Nazioni Unite sui diritti umani, nel corso della quale i rappresentanti della Commissione per l’eliminazione della discriminazione contro le donne hanno denunciato anche le condizioni di detenzione nelle carceri femminili, dove stupri e maltrattamenti sono all’ordine del giorno.

Molte tra le donne recluse nei campi di prigionia nordcoreani sono accusate di aver provato ad “attraversare il confine illegalmente”: queste sono esposte a maltrattamenti e sevizie di ogni tipo. Spesso vengono costrette ad avere rapporti sessuali con le guardie carcerarie e ad abortire.

I disagi sono numerosi anche per chi non si trova in carcere: in base ai dati analizzati dagli esperti, in Corea del Nord le donne sono “sottorappresentate e svantaggiate” nei settori dell’educazione, della giustizia, della sicurezza e in tutte le posizioni di guida “nelle aree non tradizionali di lavoro.”

LEGGI ANCHE: Le atroci punizioni riservate alle famiglie dei disertori nordcoreani

LEGGI ANCHE: Le nuove immagini (inedite) dei campi di prigionia della Corea del Nord

Le violenze domestiche sono diffusissime e “l’attenzione minima” destinata al problema è causa di gravi lacune per quanto riguarda i servizi legali e ogni vario tipo di supporto che dovrebbe essere garantito alle vittime.

Le pene per chi viene riconosciuto colpevole di violenze sessuali gravi sono esigue o addirittura del tutto assenti. Inoltre, la riforma giudiziaria del 2012 ha reso meno pesanti le condanne per gli stupri di minori e le molestie sul posto di lavoro, abbassate da “quattro a tre anni” secondo le informazioni diffuse dall’Onu.

A destare forti preoccupazioni, inoltre, i dati sulla malnutrizione in Corea del Nord, che interessa il 28 per cento delle donne in stato di gravidanza o in allattamento.

Pochi giorni fa, Pyongyang aveva puntato il dito contro il peso delle sanzioni imposte dalla comunità internazionale per lo sviluppo del programma missilistico e nucleare, considerato un serio ostacolo per il sostentamento di donne e bambini.

Per i partecipanti alla tavola rotonda delle Nazioni Unite, le sanzioni economiche hanno avuto “un impatto sproporzionato” sulle donne.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Canada, scoperta una nuova fossa comune di bambini indigeni: resti di 761 persone
Costume / Lettonia, sosia dei Maneskin nella pubblicità della mozzarella e della pizza
Esteri / Scienziato Usa trova prime sequenze del virus: "Cancellate su richiesta dei cinesi"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Canada, scoperta una nuova fossa comune di bambini indigeni: resti di 761 persone
Costume / Lettonia, sosia dei Maneskin nella pubblicità della mozzarella e della pizza
Esteri / Scienziato Usa trova prime sequenze del virus: "Cancellate su richiesta dei cinesi"
Esteri / Orban: "La nostra legge non è contro i gay ma sulle famiglie, non la ritiriamo"
Esteri / Miami, crolla palazzo di 12 piani in zona residenziale: “Si temono molte vittime”
Esteri / Morto in carcere il “papà” del primo antivirus per computer
Esteri / Un web designer ha chiamato suo figlio HTML
Esteri / Così il dittatore torna “utile”: l’Ue offre 3,5 miliardi alla Turchia di Erdogan per bloccare i migranti
Esteri / Britney Spears: “Basta tutela paterna, rivoglio la mia vita”. E porta in tribunale la famiglia
Esteri / Scuole bombardate e senza corrente elettrica: a Gaza iniziano gli esami di maturità