Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 18:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Afghanistan, ultime notizie. Quattro esplosioni vicino all’aeroporto di Kabul: almeno 90 morti e 150 feriti. L’Isis-K rivendica, i talebani condannano l’attacco

Immagine di copertina

L’AFGHANISTAN TORNA AI TALEBANI: COSA STA SUCCEDENDO | ULTIME NOTIZIE 26 AGOSTO 2021

Kabul, la capitale dell’Afghanistan tornata da undici giorni sotto il controllo dei talebani, è stata colpita da un multiplo attentato terroristico, oggi, giovedì 26 agosto 2021. Tra le 16 e le 21 ora italiana ci sono state quattro esplosioni all’esterno dell’aeroporto internazionale, mentre erano in corso le operazioni di evacuazione gestite dagli Stati Uniti e dai Paesi alleati. Ci sono almeno almeno 90 morti e 140 feriti. La grande maggioranza delle vittime sono civili afghani, ma sono rimasti uccisi anche 12 militari statunitensi e un numero non precisato di talebani. Non ci sono italiani tra i feriti né tra le vittime. L’attentato è stato rivendicato dall’Isis-K, branca del sedicente Stato islamico attiva tra Afghanistan e Pakistan e nemica dei talebani. La prima esplosione è stata un attacco kamizake, la seconda ha colpito la zona vicino a un albergo statunitense, la terza è stata dovuta a un ordigno esploso al passaggio di un veicolo con a bordo alcuni talebani, a circa 7 km dall’aeroporto. Ieri l’intelligence Usa aveva avvertito del rischio di attacchi terroristici nella zona dello scalo da parte dell’Isis-K. Di seguito le ultime notizie in diretta.

AFGHANISTAN, LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA

Ore 21,30 – L’Isis rivendica l’attentato all’aeroporto di Kabul – L’Isis ha rivendicato l’attacco terroristico all’aeroporto di Kabul. Sul canale Telegram dell’agenzia di stampa Amaq, collegata all’organizzazione terroristica, si legge, infatti, che un attentatore è riuscito a raggiungere un gruppo di traduttori e collaboratori dell’esercito americano al ‘Baran Camp’ vicino all’aeroporto di Kabul e ha fatto brillare la sua cintura esplosiva tra di loro, uccidendo circa 60 persone e ferendone più di 100, compresi i combattenti talebani”.

Ore 21,00 – Media internazionali: almeno 72 vittime nell’attacco all’aeroporto – Si aggrava il bilancio dell’attentato terroristico avvenuto nel tardo pomeriggio di oggi nei pressi dell’aeroporto di Kabul. Secondo alcuni media internazionali, infatti, il bilancio delle vittime ora ammonta a 72.

Ore 20.50 –  Quarta esplosione vicino aeroporto Kabul – Una quarta esplosione è stata udita nei pressi dell’aeroporto di Kabul. Lo riferiscono fonti della sicurezza a Reuters.

Ore 20.45 – Ap, 11 i Marines uccisi a Kabul – Sono 11 i Marines rimasti uccisi negli attentati a Kabul: lo riferisce l’agenzia Associated Press citando due funzionari statunitensi.

Ore 20.40 – Afghanistan: Bbc, almeno 60 morti e 140 feriti – Negli attentati a Kabul sono almeno 60 le persone rimaste uccise e 140 quelle ferite: lo riferisce la Bbc citando una fonte sanitaria.

Ore 20.30 – Media: “Terza esplosione vicino aeroporto Kabul”. Colpito veicolo talebani – Si è verificata una terza esplosione nei pressi dell’aeroporto di Kabul. Lo riferisce Murad Gazdiev, corrispondente in Afghanistan di Russia Today. La terza deflagrazione avvenuta nei pressi dell’aeroporto di Kabul è dovuta a un ordigno esploso al passaggio di un veicolo con a bordo alcuni talebani. L’attentato sarebbe avvenuto a circa 7 chilometri dall’aeroporto.

Ore 20.25 – Fox: “10 i militari Usa uccisi a Kabul” – Sono dieci i militari Usa periti nelle esplosioni avvenute all’aeroporto di Kabul. Lo ha riferito un funzionario statunitense a Fox News.

Ore 20.20 – TPI LIVE DA KABUL – Mattia Sorbi in diretta dalla capitale afghana colpita dal terrorismo. Di seguito il video della diretta.

Ore 20,15 – Alberto Negri a TPI: “L’abbandono degli Usa in Afghanistan apre alle partnership con Cina e Russia. L’Isis-k? Oggi è il principale nemico dei talebani” – Sulla situazione afghana TPI ha intervistato Alberto Negri, giornalista, a lungo inviato di guerra per il Sole 24 Ore, che ha seguito sul campo i principali conflitti ed eventi politici internazionali dagli anni Ottanta a oggi. Qui l’intervista completa.

Ore 20,10 – Accordo per il cessate il fuoco tra talebani e Massoud – I talebani e le milizie di Ahmad Massoud che controllano il Panshir, unica provincia afghana non arresasi agli studenti coranici, hanno concluso il primo giro di negoziati con un accordo di cessate il fuoco che sarà valido fino al prossimo tavolo di trattative. Lo riferisce Tolo News.

Ore 19,30 – Talebani, fra 13 e 20 morti e 52 feriti a Kabul – E’ fra 13 e 20 morti e 52 feriti il bilancio degli attentati avvenuti nel pomeriggio a Kabul: lo riferisce un portavoce dei talebani all’Afp.

Ore 19,21 – Pentagono conferma: morti alcuni militari americani – Il Pentagono ha confermato che alcuni militari Usa sono stati uccisi nell’attentato esplosivo all’aeroporto di Kabul, senza specificare il numero di morti e feriti. “Possiamo confermare che alcuni militari Usa sono stati uccisi nel complesso attacco avvenuto all’aeroporto di Kabul”, si legge nella nota del Pentagono, “altri stanno venendo curati per le loro ferite. Sappiamo anche che alcuni afghani sono caduti vittima di questo spregevole attacco”. Poco prima il Wall Street Journal aveva riferito di quattro marines uccisi e altri tre feriti.

Ore 19,10 – Media USA: 4 Marines morti nell’attentato a Kabul – Quattro marines statunitensi sono morti e altri tre sono rimasti feriti nelle esplosioni avvenute nell’aeroporto di Kabul. Lo ha comunicato l’ambasciatore statunitense in Afghanistan al suo staff, secondo quanto riferito al Wall Street Journal da una fonte a conoscenza del contenuto del briefing.

Ore 18,48 – I talebani condannano l’attentato – Garantire la sicurezza all’aeroporto di Kabul era compito degli Stati Uniti. Lo ha sottolineato il portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid, in una nota pubblicata su Twitter. “L’Emirato Islamico condanna fermamente l’attentato esplosivo contro i civili all’aeroporto di Kabul, avvenuto in una zona in cui le forze statunitensi sono responsabili della sicurezza”, si legge nella nota, “l’Emirato Islamico sta prestando molta attenzione alla sicurezza e alla protezione della sua gente, e le organizzazioni malevole saranno contrastate con forza”.

Ore 18,17 – 40 morti e 120 feriti – Almeno quaranta morti e 120 feriti, dei quali la maggior parte in gravi condizioni. E’ quanto riporta su Twitter il corrispondente del New York Times a Kabul, Fahim Abed. In un primo post, poi tolto e riscritto, il giornalista aveva parlato di ‘rumors’ riguardo due soldati americani uccisi.

Ore 18,30 – Sale il bilancio delle vittime: almeno 20

Ore 18,05 – Biden non cambia i piani: ritiro entro il 31/8 – Non ci sono indicazioni dalla Casa Bianca sul fatto che il presidente Joe Biden abbia intenzione di cambiare la deadline del ritiro degli Stati Uniti, fissata per il 31 agosto.

Ore 18,00 – Fonti Usa credono attentato sia opera dell’Isis-K – Funzionari statunitensi credono fermamente che dietro l’attentato di oggi ci sia la mano dell’Isis-K. Lo ha detto all’agenzia di stampa Reuters una fonte che ha familiarità con i briefing del Congresso Usa sull’Afghanistan.

Ore 17,40 – Talebani, appello agli altoparlanti: “Tornate a casa” – I talebani a Kabul stanno chiedendo agli abitanti di tornare a casa attraverso altoparlanti pubblici. Lo scrive su Twitter il corrispondente di Russia Today. Il reporter riferisce anche che la linea internet sugli smartphone è fuori uso in tutta la città.

Ore 17,30 – Emergecny: 60 feriti nel nostro ospedale – Sono 60 le persone rimaste ferite nelle esplosioni avvenute all’aeroporto di Kabul che sono state ricoverate nel locale ospedale di Emergency. Lo riferisce su Twitter l’Ong, spiegando che sei persone sono decedute durante il trasporto.

Ore 17,20 – Fonti Difesa britannica: “Altamente probabile” matrice Isis-K – Fonti della Difesa britannica hanno riferito all’emittente Sky News che è “altamente probabile” che l’attentato all’aeroporto di Kabul sia stato compiuto dall’Isis-K.

Ore 16,30 – BREAKING NEWSAeroporto Kabul, c’è stata una seconda esplosione – Circa mezz’ora dopo la prima, c’è stata una seconda esplosione all’esterno dell’aeroporto di Kabul. Lo hanno confermato fonti britanniche al quotidiano The Guardian. Secondo Fox News, la deflagrazione è avvenuta nei pressi dell’Hotel Baron, che ospita i cittadini Usa in attesa di evacuazione. Fonti dei talebani hanno riferito a Sky News Arabia che tra i feriti del doppio attentato ci sono numerosi membri del movimento. Il ministero della Difesa italiano ha affermato che nessun italiano è stato ferito o ucciso. Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, segue gli sviluppi con i vertici della sicurezza nazionale nella Situation Room. Qui maggiori dettagli

Ore 15,50 – BREAKING NEWS Esplosione all’aeroporto di Kabul: almeno 13 morti. “Attacco kamikaze” – C’è stata un’esplosione fuori dall’aeroporto internazionale di Hamid Karzai di Kabul. Ci sono almeno 13 morti, tra cui bambini, e numerosi feriti, tra cui civili afghani e almeno tre marines americani (uno dei quali grave, secondo il Pentagono). Si è trattato di un attacco kamikaze: un uomo si sarebbe fatto esplodere in un’area appena fuori dallo scalo dove migliaia di persone aspettano che i loro documenti vengano esaminati. L’esplosione, secondo quanto riferito da testimoni, è stata seguita da una sparatoria. “Possiamo confermare un’esplosione fuori dall’aeroporto di Kabul”, ha scritto su Twitter il portavoce del Pentagono, John Kirby. L’esplosione sarebbe avvenuta presso uno dei cancelli di ingresso all’aeroporto di Kabul (l’Abbey Gate). Qui maggiori dettagli.

Ore 15,45 – Chiusi tre gate aeroporto Kabul – Tre gate dell’aeroporto di Kabul indicati come possibili obiettivi di attacchi terroristici sono stati chiusi.

Ore 15,40 – Accordo per una tregua fra talebani e ribelli Panjshir – I talebani e i ribelli della valle del Panjshir, guidati da Ahmad Massoud, stanno negoziando a Charikar, capoluogo della vicina provincia di Parwan. Rappresentanti del gruppo hanno confermato alla Cnn che le parti hanno concordato di fermare le ostilità. “Il processo di pace va avanti, ma la resistenza è pronta a combattere”, si legge in un tweet sull’account Panjshir Province, riconducibile alla resistenza, che riferisce dei colloqui a Charikar e dell’ “intesa” che impegna le parti a non attaccarsi fino al raggiungimento “dell’accordo definitivo”.

Ore 15,30 – Russia: 50 persone morte in ultimi giorni ad aeroporto Kabul – Circa 50 persone sono morte all’aeroporto di Kabul negli ultimi giorni. Lo ha detto l’ambasciatore russo in Afghanistan, Dmitry Zhirnov, stando a quanto riporta l’agenzia di stampa Interfax.

Ore 14,50 – I talebani vietano la musica – La musica sarà di nuovo vietata in Afghanistan. Lo ha annunciato il portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid, parlando con il New York Times. “La musica è proibita nell’Islam, ma speriamo di poter persuadere le persone a non fare queste cose, invece di fare pressioni”, ha spiegato il portavoce. Leggi l’articolo integrale.

Ore 14,00  – Kabul, spari durante decollo aereo italiano. L’intelligence: “Non miravano a noi” – Colpi di arma da fuoco sono stati sparati durante il decollo di un aereo C130 italiano dall’aeroporto di Kabul: non ci sono stati feriti né danni. Panico a bordo del velivolo, che trasporta profughi afghani e giornalisti. Fonti dell’intelligence italiana hanno smentito che gli spari fossero indirizzati contro l’aereo, spiegando che una mitragliatrice afghana ha sparato in aria per disperdere la folla che stava pressando verso il gate dell’aeroporto. Leggi qui per maggiori dettagli.

Ore 13,55 – Domani l’Italia chiude le evacuazioni – È previsto per domani l’ultimo volo del ponte aereo tra Kabul e Roma. Lo riferisce l’agenzia di stampa Agi, citando fonti locali nella capitale afghana che non hanno indicato al momento né l’ora del decollo né con quale velivolo – se militare o di altra compagnia – sarà effettuato il trasferimento, come pure lo scalo intermedio.

Ore 13,30 – Cnn: “Karzai e Abdullah sono di fatto agli arresti domiciliari” – I talebani hanno revocato la scorta all’ex presidente afghano Hamid Karzai e ad Abdullah Abdullah, presidente dell’Alto Consiglio per la riconciliazione nazionale. Lo riferisce l’emittente statunitense Cnn, che cita una fonte anonima. Secondo quanto ricostruito, lunedì 23 agosto i talebani hanno confiscato le auto di Karzai e le armi agli uomini della sua sicurezza. Ieri, mercoledì 25 agosto, i fondamentalisti hanno perquisito la casa di Abdullah e sequestrato i suoi veicoli. Karzai e Abdullah, secondo la Cnn, a questo punto sono di fatto agli arresti domiciliari. Nei giorni scorsi era emerso che entrambi avrebbero fatto parte del nuovo governo dell’Afghanistan, composto da un consiglio di 23 membri più il presidente e dell’Emirato.

Ore 13,15 – Usa, 13.400 evacuati nelle ultime 24 ore – Secondo la Casa Bianca, nelle ultime 24 ore gli Usa hanno evacuato dall’Afghanistan circa 13.400 persone. Il numero include circa 5.100 persone evacuate da Kabul su 17 voli militari statunitensi e circa 8.300 persone trasportate in aereo su 74 voli della coalizione. “Dal 14 agosto gli Stati Uniti hanno evacuato e facilitato l’evacuazione di circa 95.700 persone. Dalla fine di luglio abbiamo ricollocato circa 101.300 persone”, afferma la nota.

Ore 12,30 – Portavoce: “Ue ha obbligo di aiutare persone a rischio” – “L’Ue e i suoi Stati membri hanno l’obbligo di aiutare le persone a rischio in Afghanistan, in particolare attivisti per i diritti umani, giudici, avvocati, giornalisti, donne istruite. Per loro l’Ue chiede passaggi sicuri”. Lo ha dichiarato il portavoce della Commissione europea, Eric Mamer, in un briefing con la stampa. “Per quanto riguarda gli sfollati interni, oltre 3 milioni, a causa dei decenni di conflitti, dobbiamo lavorare con i Paesi della regione per assicurare che possano rientrare nelle proprie case in sicurezza”, ha aggiunto il portavoce.

Ore 11,00 – Sottosegretario britannico: “Rischio attentato oggi, a ore” – Potrebbe avvenire “tra poche ore” l’attacco terroristico all’aeroporto di Kabul del cui pericolo ha avvertito l’intelligence Usa. A dirlo è il sottosegretario britannico alle Forze armate, James Heappey. Parlando all’emittente tv Lbc, il sottosegretario ha confermato l’alta credibilità della minaccia: “A ore”, ha risposto alla domanda sulle tempistiche del possibile attacco. C’è “una reale letalità dei piani di cui siamo al corrente”, ha aggiunto Heappey.

Ore 10,50 – Olanda completa evacuazione oggi – L’Olanda interromperà oggi i voli di evacuazione da Kabul, dopo che le forze Usa hanno chiesto al Paese di lasciare l’aeroporto della capitale afghana prima del ritiro delle truppe americane. “I Paesi Bassi sono stati informati oggi dagli Stati Uniti che devono partire e con ogni probabilità effettueranno gli ultimi voli entro oggi”, hanno affermato i ministri degli Esteri e della Difesa olandesi in una lettera al Parlamento.

Ore 10,25 – Danimarca: “Aeroporto Kabul non è più un posto sicuro” – Il ministro della Difesa danese, Trine Bramsen, ha avvertito che “non è più sicuro volare verso e da Kabul”. La Danimarca ha ultimato le evacuazioni dall’Afghanistan ieri.

Ore 09,45 – Draghi: “G20 deve fare tutto il possibile per le donne afghane” – “Il G20 deve fare tutto il possibile per garantire che le donne afghane mantengano le loro libertà e i loro diritti fondamentali, in particolare il diritto all’istruzione. Le conquiste raggiunte negli ultimi vent’anni devono essere preservate”. Lo scrive il presidente del Consiglio italiano, Mario Draghi, in un messaggio inviato al G20 Conference on Women’s Empowerment, in corso a Santa Margherita Ligure, in provincia di Genova.

Ore 09,20 – Dieci kamikaze e 4 autobombe: l’Isis-K vuole fare una strage all’aeroporto di Kabul: leggi l’articolo.

Ore 09,00 – Francia conclude evacuazioni entro domani sera – Le evacuazioni militari effettuate dalla Francia dall’aeroporto di Kabul si concluderanno entro domani sera. Lo ha annunciato il primo ministro Jean Castex, intervistato dall’emittente radiofonica francese Rtl. “Da domani sera non saremo più in grado di effettuare evacuazioni dall’aeroporto di Kabul”, ha detto il ministro.

Ore 08,45 – Aeroporto di Kabul affollato nonostante rischio terrorismo – Un diplomatico occidentale citato dall’agenzia di stampa Reuters racconta che enormi folle stanno continuando ad affollare i cancelli dell’aeroporto di Kabul nonostante gli avvertimenti di possibili attacchi da parte dell’Isis-K.

Ore 08,00 – Stoltenberg: “Nato deve analizzare errori” – La Nato deve “saper analizzare le sfide affrontate e gli errori commessi. L’Alleanza atlantica deve sapersi criticare. Potevamo aspettarci di più dopo 20 anni di investimenti nelle forze armate afghane”. Lo dice il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, intervistato da un gruppo di quotidiani europei tra cui Il Sole 24 Ore. Stoltenberg parla di “errori”, ma sottolinea che “l’Europa ha ancora bisogno della Nato”. La disfatta dell’esercito afghano? Da imputare a una “assenza di leadership” sia politica che militare. Ma, sottolinea il segretario generale, in Afghanistan “abbiamo permesso importanti progressi sociali”.

Ore 07,00 – Usa, Regno Unito e Australia: “Rischio attentati a Kabul” – I timori per la sicurezza intorno all’aeroporto internazionale Hamid Karzai di Kabul sono aumentate a causa di “un flusso di minacce molto specifico” di possibili attentati nella folla radunata fuori dallo scalo perpetrati da parte dell’Isis-K. Lo ha riferito nella serata di ieri l’emittente statunitense Cnn, citando un funzionario anonimo del dipartimento della Difesa Usa. Secondo quanto emerso, l’intelligence americana ritiene che l’Isis-K, fazione nemica dei talebani, voglia creare caos all’aeroporto e stia pianificando attacchi multipli. L’ambasciata degli Stati Uniti a Kabul ha consigliato ai cittadini statunitensi di “allontanarsi immediatamente” dall’aeroporto di Kabul per “minacce alla sicurezza fuori dai cancelli”. Anche il Regno Unito parla del rischio terrorismo. “Se puoi lasciare l’Afghanistan in sicurezza con altri mezzi, dovresti farlo immediatamente”, si legge in una nota del ministero degli Esteri britannico. “C’è una minaccia elevata e in corso di attacco terroristico”. In Australia la ministra degli Esteri, Marise Payne,  ha affermato che c’è un’elevata minaccia di attacco terroristico vicino all’aeroporto di Kabul e ha esortato i cittadini australiani e quelli con un visto per l’Australia a lasciare l’area. “C’è una minaccia in corso, e molto alta, di un attacco terroristico”, ha detto Payne a Canberra.

LEGGI ANCHE: La verità scomoda sull’Afghanistan che nessuno ha il coraggio di dirvi

Ti potrebbe interessare
Esteri / Elezioni in Germania, proiezioni: Spd in leggero vantaggio sulla Cdu
Esteri / I talebani appendono i cadaveri di 4 uomini a una gru nella piazza di Herat: “Ecco la pena per i rapitori”
Esteri / Nel Regno Unito mancano cibo e benzina, la colpa è della Brexit e nessuno lo dice
Ti potrebbe interessare
Esteri / Elezioni in Germania, proiezioni: Spd in leggero vantaggio sulla Cdu
Esteri / I talebani appendono i cadaveri di 4 uomini a una gru nella piazza di Herat: “Ecco la pena per i rapitori”
Esteri / Nel Regno Unito mancano cibo e benzina, la colpa è della Brexit e nessuno lo dice
Esteri / Afghanistan, attentato esplosivo a Jalalabad: 8 morti
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Esteri / Elezioni in Germania: chi sarà il successore di Angela Merkel
Esteri / Francia, candidato alle presidenziali attacca la Nutella: “Fa male ai bambini e all’ambiente”