Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Economia

Ecco lo scontrino elettronico: cosa cambia e come adeguarsi

Immagine di copertina

Scontrino elettronico 2019 | Fiscale | Nuovo | Come funziona | Cosa cambia

SCONTRINO ELETTRONICO 2019 – Dal 1 luglio 2019 addio a registratori di cassa e scontrini cartacei, arrivano lo scontrino elettronico e i registratori di cassa digitali, collegati direttamente con l’Agenzia delle Entrate.

Il cambiamento riguarderà inizialmente solo gli esercizi commerciali con un fatturato superiore ai 400mila euro. Obbligo che scatterà a tutti i commercianti in Italia dal 1 gennaio 2020. La novità, contenuta nella legge di Bilancio 2019, ha diversi propositi, in primis quello di contrastare l’evasione fiscale.

Qui le categorie che sono esenti dall’obbligo dello scontrino elettronico

Scontrino elettronico fiscale 2019 | Come funziona | Costi | Come adeguarsi

Il costo medio di questi nuovi macchinari è di 800 euro, ma c’è anche la possibilità di mantenere il registratore analogico integrandolo con un software specifico in grado di inviare direttamente all’Agenzia delle Entrate il corrispettivo giornaliero di ogni commerciante.

I negozianti che, nel 2019 o nel 2020, acquisteranno un registratore che consenta di adempiere alla direttiva, potranno beneficiare di un bonus fiscale sotto forma di credito d’imposta pari al 50 per cento della spesa fino a 250 euro. Il contribuente potrà poi consultare i dati riguardo al proprio esercizio direttamente nel portale dell’Agenzia.

Lo scontino elettronico potrà anche essere utilizzato dal cliente come garanzia digitale sull’acquisto.

Un novità che dovrebbe semplificare il processo di certificazione di tutte le operazioni fiscali dei negozianti, rendendo di conseguenza più lineare anche la compilazione delle dichiarazioni dei redditi e dell’IVA.

Lo scontrino elettronico nasce anche per contrastare l’evasione: con la memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi l’Agenzia delle Entrate potrà infatti verificare in tempo reale l’ammontare delle vendite e confrontarle con l’IVA pagata e le altre spese dell’esercizio commerciale.

Ti potrebbe interessare
Economia / Banca Ifis lancia la nuova campagna pubblicitaria “Siamo il credito per la tua azienda”
Economia / Mario Bellomare: Il genio dietro il successo nel trading
Economia / Tesla, gli azionisti approvano un compenso da 45 miliardi di dollari per Elon Musk
Ti potrebbe interessare
Economia / Banca Ifis lancia la nuova campagna pubblicitaria “Siamo il credito per la tua azienda”
Economia / Mario Bellomare: Il genio dietro il successo nel trading
Economia / Tesla, gli azionisti approvano un compenso da 45 miliardi di dollari per Elon Musk
Economia / Stellantis, stop alla gigafactory di Termoli: il progetto è sospeso almeno fino a fine anno
Economia / Ferretti, primo varo nel nuovo cantiere di Ravenna
Economia / In Italia i ricchi sono sempre più ricchi mentre il ceto medio è più povero del 5% rispetto al 2010
Lavoro / Gadget personalizzati aziendali: guida alla scelta
Economia / Leonardo fa affari d’oro con le guerre, ma allo Stato azionista restano pochi spiccioli
Economia / Le 9 previsioni sulla mobilità del futuro
Economia / Nel cuore di Roma il lancio di “Airport in the city”, il nuovo servizio di ADR