Me

Inps, nuovo servizio online per la domanda di pensione: come funziona e chi può utilizzarlo?

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 28 Mag. 2019 alle 13:34 Aggiornato il 31 Mag. 2019 alle 20:49
Immagine di copertina
Sede dell'Inps a Roma

Domanda pensione Inps, nuovo servizio online. Come funziona?

Domanda pensione Inps – Novità dall’Inps per quanto riguarda le pensioni. L’istituto di previdenza, infatti, ha reso disponibile un nuovo servizio online che può essere utilizzato dai lavoratori, sia pubblici che privati, per presentare domanda di pensione.

Tale servizio, però, può essere utilizzato solo per quanto riguarda alcuni casi eccezionali: parliamo di chi ad esempio presenta la propria istanza per pensione diretta, di vecchiaia o anticipata, in salvaguardia, per i ratei maturati e non riscossi e per richiedere di accedere all’Ape Social.

Vediamo qui di seguito tutti i dettagli sul funzionamento del nuovo servizio, da quali sono le domande che è possibile trasmettere a chi ha i requisiti per farlo.

Tutte le ultime notizie sulle pensioni

Domanda pensione Inps | Come funziona il servizio online

Il nuovo servizio dell’Inps, in sostanza, permette a chi è iscritto alle gestioni pubbliche o private dell’istituto di inviare la propria domanda online al fine di ricevere determinate prestazioni previdenziali; inoltre, tramite questo servizio è possibile richiedere anche la Ecocert, cioè la Certificazione del diritto alla pensione e presentare la propria domanda per l’Ape Social (qui come funziona) o per quella riservata ai lavoratori precoci (quindi per Quota 41).

Ma, più nello specifico, quali sono le prestazioni a cui è possibile accedere tramite questo servizio? I lavoratori pubblici e privati, in possesso di determinati requisiti di legge, possono compilare la propria domanda e trasmetterla con l’obiettivo di ottenere:

  • la pensione di vecchiaia (anche per gli iscritti alle gestioni pubbliche)
  • pensione anticipata (anche per gli iscritti alle gestioni pubbliche)
  • pensione di inabilità
  • assegno di invalidità
  • assegno sociale
  • pensione ai superstiti (reversibilità-indirette)
  • pensione di anzianità (anche per gli iscritti alle gestioni pubbliche)
  • ricostituzione della pensione
  • ratei maturati e non riscossi (anche per gli iscritti alle gestioni pubbliche)
  • estratto conto certificativo (anche per gli iscritti alle gestioni pubbliche)
  • Ape Sociale
  • beneficio per i lavoratori precoci

È possibile accedere al servizio tramite questo link e seguire le istruzioni per la compilazione della domanda. Chi è iscritto alle gestioni pubbliche deve come prima cosa compilare l’anagrafica e poi selezionare, tramite un menù a tendina, la specifica richiesta che intende fare insieme al fondo di appartenenza.

Anche alcune dichiarazioni di responsabilità sono necessarie e relative a: ultimo datore di lavoro, data di cessazione del rapporto di lavoro ed eventuale titolarità di altre prestazioni pensionistiche e/o assistenziali.

Ricordiamo inoltre, che un’altra domanda che da aprile 2019 è possibile presentare solo online sul sito dell’Inps è quella per gli assegni familiari: se prima, infatti, dovevano essere compilati dei moduli e consegnati al datore di lavoro, ora i lavoratori possono fare richiesta di Anf procedendo autonomamente oppure avvalendosi dell’assistenza di un ente di Patronato.

Assegni familiari: l’Inps pubblica le nuove tabelle 2019/2020