Me

Concorso Dsga 2019, i manuali migliori per prepararsi

Una selezione dei testi più utili per esercitarsi e i consigli da tenere a mente

Di Maria Teresa Camarda
Pubblicato il 20 Set. 2019 alle 07:23
Immagine di copertina

Concorso Dsga 2019, i manuali migliori: cosa studiare per prepararsi alla prova scritta

Concorso Dsga 2019, è tempo di prepararsi per le prove scritte del concorso del Miur per 2004 posti di direttore dei servizi generali e amministrativi. I candidati sono alla ricerca dei manuali migliori per prepararsi dopo la comunicazione delle date.

Le date delle selezioni arrivano con la Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana, IV Serie Speciale, Concorsi ed Esami, di oggi, 20 settembre 2019.

La prova preselettiva del concorso Dsga 2019 si è svolta nei giorni 11, 12 e 13 giugno 2019. Secondo il bando del Ministero dell’Istruzione, i candidati che hanno superato i test adesso dovranno sostenere due prove scritte e, infine, anche un colloquio orale.

È stato ammesso ai successivi step della selezione un numero di candidati pari a tre volte i posti messi a disposizione dal bando per ciascuna regione. Questi devono aver conseguito un punteggio pari all’ultimo candidato collocato in posizione utile.

Sono direttamente ammessi a sostenere la prova scritta, senza quindi aver partecipato alla prova preselettiva, i candidati con invalidità pari o superiore all’80 per cento.

Concorso Dsga, in cosa consiste la prima prova scritta

Il bando Miur del Concorso Dsga 2019 è molto specifico sui temi che i candidati saranno chiamati ad affrontare durante le prove scritte.

Dovranno rispondere a sei quesiti a risposta aperta che verteranno sulle seguenti materie:

  • diritto costituzionale
  • diritto amministrativo, con riferimento al diritto dell’Unione europea
  • contabilità pubblica con particolare riferimento alla gestione amministrativo contabile delle istituzioni scolastiche
  • diritto civile, con particolare riferimento alle obbligazioni e ai contratti
  • diritto del lavoro, con particolare riferimento al pubblico impiego contrattualizzato
  • ordinamento e gestione amministrativa delle istituzioni scolastiche autonome e stato giuridico del personale scolastico
  • legislazione scolastica
  • ordinamento e gestione amministrativa delle istituzioni scolastiche autonome e stato giuridico del personale scolastico
  • diritto penale con particolare riguardo ai delitti contro la Pubblica Amministrazione

Per la seconda prova scritta, teorico-pratica, i candidati dovranno produrre un testo che consiste nella risoluzione di un caso in ambito giuridico-amministrativo o gestionale amministrativo. Dovranno dimostrare, in sostanza, di riuscire a risolvere una questione riguardante l’attività gestionale dell’istituzione scolastica.

Entrambe le prove scritte dovranno essere svolte in un tempo massimo di 180 minuti e si svolgeranno contemporaneamente lo stesso giorno in tutte le Regioni.

A proposito delle sedi, così come per la prova preselettiva, l’elenco individuato dagli Usr verrà comunicato 15 giorni prima della data di svolgimento delle prove.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Qualora si passassero gli scritti, l’ultima prova consiste in una verifica delle conoscenze di materie informatiche, delle discipline oggetto dello scritto e della lingua inglese del candidato, per un totale di 30 minuti di colloquio.

Concorso Dsga 2019, i manuali migliori da studiare per prepararsi

Ecco, qui di seguito, un elenco utili dei migliori libri per esercitarsi:

*Su alcuni dei prodotti linkati negli articoli TPI ha un programma di affiliazione e ottiene una piccola percentuale sui ricavi, senza variazioni dei prezzi.

Concorso Dsga 2019, cosa fa un direttore dei servizi generali e amministrativi

Il DSGA rientra tra le fila del personale ATA di area D. È impiegato presso gli istituti e le scuole di istruzione primaria e secondaria, le istituzioni educative e gli istituti e le scuole speciali statali, inclusi i centri provinciali per l’istruzione degli adulti.

Il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi è un funzionario amministrativo che estende le proprie competenze in più direzioni. Non soltanto nel campo amministrativo, ma anche in materia contabile e direttiva.

Per questo, l’accesso al concorso è consentito non soltanto ai laureati in giurisprudenza, ma anche ai laureati in economia e commercio o scienze politiche.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Lo stipendio di un DSGA è composta da una parte base, che ammonta a 1.853,23 euro. Sono escluse le indennità, le retribuzioni accessorie e gli scatti di anzianità. C’è anche una parte accessoria. Tramite la progressione di carriera, è possibile maturare fino a 1.040,31 euro in più nella busta paga.

La figura del Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi è disciplinata dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del comparto scuola del 29 novembre 2007.