Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 23:39
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Economia » Lavoro

Capitale umano: cos’è e come calcolarlo

Immagine di copertina

Qual è il tuo capitale umano? Scopri come calcolare questo valore e come proteggere la tua capacità di produrre reddito con un’assicurazione personalizzata

Capitale umano: cos’è e come calcolarlo

Capitale umano: cosa ci fa venire in mente questa espressione? La maggior parte di noi, probabilmente, la associa all’omonimo film di Paolo Virzì che qualche anno fa narrava le vicende di due famiglie colpite dalle conseguenze di un imprevisto che, fatalmente, mette in discussione il loro benessere e le loro certezze. Fuor di metafora, non tutti sanno che questa espressione ha un significato preciso in termini finanziari e che, a livello individuale, vi si può associare un preciso valore economico. Quanto vale il capitale umano? Vediamo come rispondere a questa domanda e, soprattutto, perché ha senso farlo.

Cos’è il capitale umano

Il capitale umano coincide con la propria capacità di produrre reddito: in base all’aspettativa di vita, alle prospettive di carriera e al tipo di lavoro, ciascuno di noi ha maggiori o minori possibilità di accumulare ricchezza nel corso della propria esistenza. Questa potenzialità dipende dal livello di istruzione e formazione professionale, ma anche dal genere: il valore pro-capite maschile, infatti, risulta più elevato di quello femminile. Secondo la rilevazione condotta dall’Istat sullo stock di capitale umano in Italia, il valore medio risulta di 342mila euro, contro un dato maschile pari a 453mila euro.

Le donne fanno meglio se si considerano anche le attività “fuori mercato”, più difficili però da quantificare. Verosimilmente, questa stima in futuro potrebbe essere rivista al ribasso, tenuto conto delle incertezze del mondo del lavoro e della difficoltà di inserimento lavorativo dei giovani. Al di là del trend, è interessante considerare il modo in cui viene investita la ricchezza accumulata e le strategie adottate per proteggerla nel tempo. Ma vediamo più nel dettaglio come stimare il proprio “valore” e come proteggerlo.

Come si calcola il capitale umano

Come abbiamo visto il capitale umano è influenzato anche dall’aspettativa di vita e dall’età. Oltre all’anno di nascita, va considerato il reddito annuo netto, nonché il rischio professionale che varia in base alla tipologia di impiego. Da non trascurare, poi, la stabilità e il reddito che siamo in grado di produrre con tale attività fino al momento della pensione. Tutti questi parametri incidono sul premio delle polizze assicurative a protezione del capitale umano. Di cosa si tratta esattamente? Questi strumenti di protezione sono progettati per tutelare la capacità di produrre reddito dell’assicurato, a fronte di eventi imprevisti quali infortuni, malattie e invalidità permanente che, oltre a minacciare la salute, possono comprometterne la situazione finanziaria. Le compagnie specializzate mettono a disposizione appositi strumenti per calcolare il capitale umano online grazie ai quali è possibile avere una prima stima dei redditi futuri e del proprio “valore”.

Come proteggere il capitale umano

Indipendentemente dalle aspettative di carriera, è importante valutare i rischi che possono influire sulla propria capacità di mantenere il tenore di vita acquisito. In caso di infortuni e malattia, la situazione economica può variare e così le prospettive future, specie se interviene un’invalidità permanente. Per questo motivo è importante garantirsi una copertura e tutelarsi fino al momento della pensione. L’assicurazione danni è, in questo senso, uno strumento privilegiato per proteggere il presente e il futuro. L’assicurazione Capitale Umano di Mediolanum Assicurazioni, in particolare, offre una tutela modulare: le garanzie, così come le franchigie e i massimali, possono essere configurate in modo personalizzato per mettere in sicurezza il futuro della propria famiglia.

Quale assicurazione scegliere

Prima di sottoscrivere un’assicurazione sul capitale umano è possibile procedere con una stima del suo valore. Come intuibile si tratta di una simulazione indicativa: la capacità di produrre reddito fino alla pensione, infatti, più variare sensibilmente nel corso del tempo, anche per effetto di imprevisti che interessano la salute. Questo calcolo offre un orientamento utile per sottoporsi a una consulenza personalizzata: solo in questo modo, infatti, è possibile avere una valutazione accurata del proprio capitale umano e, quindi, scegliere l’assicurazione più in linea con le proprie esigenze. Rivolgersi a un Family Banker di Banca Mediolanum è il modo migliore per proteggere il proprio benessere e costruire il futuro della propria famiglia nel segno della stabilità. Oltre alle coperture riservate all’assicurato principale – fra cui il rimborso delle spese mediche, l’indennità forfettaria per infortunio e la diaria da ricovero–, la polizza Capitale Umano garantisce una tutela estesa a tutta la famiglia, ad esempio in caso di malattie gravi. La garanzia per invalidità permanente da infortunio, inoltre, può essere estesa anche alle attività di carattere non professionale e agli infortuni subiti dagli altri componenti del nucleo familiare.

Ti potrebbe interessare
Economia / La Commissione europea contro l’Italia: “Il blocco dei licenziamenti è dannoso”
Lavoro / Trecento nuove assunzioni in Gi Group nel 2021
Lavoro / Concorsi pubblici 2021: tutti i bandi attivi
Ti potrebbe interessare
Economia / La Commissione europea contro l’Italia: “Il blocco dei licenziamenti è dannoso”
Lavoro / Trecento nuove assunzioni in Gi Group nel 2021
Lavoro / Concorsi pubblici 2021: tutti i bandi attivi
Lavoro / Nel Recovery addio all'Esame di Stato, basterà la laurea
Lavoro / Nomadi del digitale: un professionista su tre del settore sogna di trasferirsi grazie allo smart working
Lavoro / Riforma Brunetta e concorso scuola: ecco perché è giusto valutare i titoli al posto della preselettiva
Cronaca / Concorso per 2.800 assunzioni nella PA: bando e come candidarsi
Lavoro / Recovery Plan, concorso per 2.800 tecnici al Sud: assunzioni entro 3 mesi
Cultura / Futuro impiego nella società dell’informazione
Lavoro / Come difendersi sul lavoro se si è accusati ingiustamente