Covid ultime 24h
casi +11.629
deceduti +299
tamponi +216.211
terapie intensive +14

I vantaggi offerti dalla firma elettronica

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 24 Dic. 2019 alle 14:49
0
Immagine di copertina
Credit: Pixabay

In una qualsiasi azienda è necessario, nel corso di una comune giornata lavorativa, apporre varie firme. Questo riguarda soprattutto la dirigenza, che deve firmare contratti, ordini, spese, bilanci, e l’elenco potrebbe continuare a lungo. Oggi è possibile rendere più semplice questo tipo di incombenza utilizzando la firma elettronica. Si tratta di un modo nuovo di firmare, che non necessita della presenza fisica del singolo firmatario.

Cos’è la firma elettronica
Una firma elettronica è di fatto un intero processo, che consente di confermare in modo certo l’identità di colui che appone una firma in modo non fisico e dematerializzato. Grazie a questo tipo di servizio è possibile firmare un qualsiasi documento direttamente online, senza la necessità di essere fisicamente presenti. Questo tipo di opportunità è decisamente utile per un dirigente di azienda, ma si tratta di un servizio interessante anche per il comune cittadino. Si pensi ad esempio alle tante firme da apporre nel caso in cui si desideri stipulare un contratto di qualsiasi genere. Esistono diverse tipologie di firma elettronica, in ogni caso si tratta sempre di poter certificare l’identità di ogni firmatario di un ordine, di una richiesta o di un qualsiasi documento, autentificandone l’identità.

I vantaggi della firma elettronica
Chiaramente è nell’attività lavorativa che la firma elettronica aumenta i vantaggi offerti. Tutta la documentazione prodotta quotidianamente che necessita di una o più firme si può compilare senza che i firmatari siano costretti ad essere presenti contemporaneamente nella medesima stanza. Spesso questo si traduce in vari viaggi, verso le aziende di clienti e fornitori, con ovvi prolungamenti di procedure che in realtà potrebbero essere risolte in pochi minuti. Molti sono costretti ogni giorno a richiedere firme per approvazione di documenti di vario genere, in alcuni casi attendendo che chi può firmare tali documenti sia presente in ufficio. Con la firma elettronica tutte queste situazioni si traducono in una richiesta online, riducendo in modo drastico i tempi, semplificando i flussi di lavoro, evitando disguidi o contrattempi.

Come funziona la firma elettronica
Per poter utilizzare la firma elettronica è necessario iscriversi ad un servizio, gestito da un provider accreditato, in grado di generare firme giuridicamente vincolanti riconosciute dalla legge. Fatto questo i documenti da firmare potranno essere caricati sul server del provider certificato, per poi richiedere ai firmatari di apporre la propria firma elettronicamente. Grazie al proprio accesso alla documentazione sarà possibile visualizzare costantemente il procedere delle attività, per poi ottenere un documento di prova, con la data precisa delle firme, legalmente riconosciuto e utilizzabile per l’archiviazione a norma di legge.

Il costo della firma elettronica
Esistono diversi servizi correlati alla firma elettronica. Ovviamente il costo del singolo servizio dipende da una serie di fattori, tra cui l’offerta dello specifico provider cui ci si rivolge, ma anche la tipologia di servizio che si desidera ottenere. Stiamo comunque parlando di cifre mensili non eccessive, che per un’impresa non incidono in modo importante sulle spese periodiche.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.