Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Economia

Il profitto in fondo al tunnel: l’ultima battaglia di Musk è contro il traffico

Immagine di copertina
Credit: The Boring Company

Nata sei anni fa con un tweet, oggi vale 5,7 miliardi di dollari. Con la sua ultima azienda, il miliardario vuole spostare il traffico urbano sottoterra per salvare l’ambiente. E vendere più auto

È il traffico il nemico numero uno dellumanità e non siamo nella Palermo di Johnny Stecchino ma a Las Vegas, Los Angeles, Chicago e Washington D.C. Parola di Elon Musk: «Nemmeno gli esseri umani più potenti del mondo possono sconfiggerlo», ha scritto nel marzo scorso, ovviamente su Twitter. Ed è proprio sul social network per cui ha scatenato una corsa miliardaria in Borsa che luomo più ricco del mondo ha lanciato la sua ultima idea rivelatasi, come (quasi) tutte le altre, molto redditizia ma anche foriera di tante critiche.

Era il pomeriggio del 17 dicembre 2016 quando, con quattro tweet, annunciò la nascita di unimpresa per risolvere il problema: «Il traffico mi sta facendo impazzire. Costruirò una perforatrice per tunnel e inizierò a scavare… Dovrebbe chiamarsi The Boring Company”. Trivellare (in inglese: Boring – ndr), è quello che facciamo. Lo farò davvero». Allora molti si chiesero se fosse solo una delle sue tante provocazioni ma in pochi mesi furono costretti a ricredersi.

Nata come ramo di SpaceX con lo scopo di decongestionare il traffico urbano attraverso lo scavo di tunnel sotterranei in cui far transitare centinaia di auto elettriche a guida autonoma marca Tesla, nel 2018 The Boring Company è diventata unazienda indipendente e fino ad aprile ha raccolto oltre 900 milioni di dollari di finanziamenti da vari investitori, compresa Sequoia Capital, società di investimenti che in passato ha finanziato icone della Silicon Valley come Apple, Google, PayPal e YouTube. In questoccasione, lultima azienda fondata da Musk è stata valutata ben 5,7 miliardi di dollari. Non male per unidea nata su Twitter.

Un sistema poco originale…

I piani dellazienda si basano sui Loop”, sistemi viari sotterranei, costellati di una rete di stazioni, che assicurano il trasporto di persone a bordo di auto Tesla a guida autonoma a una velocità massima di 190 chilometri orari. Il tutto trivellando con frese meccaniche più rispettose dellambiente e riducendo le emissioni. Al momento però ne ha costruito soltanto uno presso il Las Vegas Convention Center. Lunga poco più di 2,7 chilometri, la galleria ospita tre stazioni ed è servita da veicoli elettrici guidati da piloti umani che non superano i 55 chilometri orari. Insomma, un mezzo flop acuito dal mancato rilascio dei permessi necessari a costruire una nuova rete viaria tra Washington D.C. e Baltimora. Ma per la società il futuro è roseo: solo sulla Strip di Las Vegas intende realizzare 51 stazioni e 46 chilometri di tunnel. Non solo: The Boring Company ha anche in cantiere una galleria a Fort Lauderdale, in Florida, è in trattative con le autorità della texana San Antonio e ha annunciato una serie di progetti a Chicago e Los Angeles.

…e poco efficiente

Ma le critiche non si sono fatte attendere. Il Loop dovrebbe essere un sistema di trasporto ad alta velocità dotato di stazioni per linterscambio, simile a una metropolitana, ma somiglia più a unautostrada sotterranea con aree taxi dedicate. Secondo lazienda, in occasione del CES 2022, ogni giorno il tunnel di Las Vegas ha gestito «il trasporto di un numero compreso tra le 14mila e le 17mila persone, con un tempo di percorrenza medio inferiore ai due minuti e unattesa media inferiore ai 15 secondi». Un risultato sorprendente ma ancora scarso. Stando alla National Association of City Transportation Officials (Nacto), i tradizionali sistemi di trasporto ferroviario o su gomma possono gestire tra i 10mila e i 25mila passeggeri in transito ogni ora. Tutto questo senza contare il rischio che lampliamento della rete di The Boring Company possa intasarne i tunnel, come daltronde riconosciuto dallo stesso Musk: «Le auto a guida autonoma amplificheranno il traffico a livelli folli», ha scritto a marzo su Twitter rilanciando lidea dei tunnel sotterranei, senza però spiegare come intende decongestionare le sue stesse gallerie. Il sistema sembra infatti più adatto a promuovere il ricorso ai veicoli elettrici piuttosto che a risolvere il problema del traffico. Non sorprende visto che lideatore è anche proprietario della principale casa automobilistica elettrica al mondo. Lunica cosa che non sembra in dubbio sono i profitti. Secondo una relazione presentata la scorsa settimana dallazienda all’Autorità regionale per la mobilità di Alamo, in Texas, il tunnel proposto da The Boring Company tra l’aeroporto internazionale di San Antonio e il centro città genererà fino a 25 milioni di dollari allanno di utili, con un pedaggio tra i 10 e i 12 dollari e il ricorso fino a 350 veicoli Tesla. Oggi basta 1 dollaro e 30 centesimi con il trasporto pubblico locale.
Continua a leggere sul settimanale The Post Internazionale-TPI: clicca qui

Ti potrebbe interessare
Economia / Bollette, nuovo decreto contro il caro energia. Draghi: “Evitati aumenti fino al 45%”
Economia / Investire nel 2022 puntando sulla consulenza evoluta: le risposte di BNL BNP Paribas
Economia / Fame zero e corretta nutrizione nell’obiettivo di BG4SDGs – Time To Change, il progetto fotografico di Banca Generali e Stefano Guindani
Ti potrebbe interessare
Economia / Bollette, nuovo decreto contro il caro energia. Draghi: “Evitati aumenti fino al 45%”
Economia / Investire nel 2022 puntando sulla consulenza evoluta: le risposte di BNL BNP Paribas
Economia / Fame zero e corretta nutrizione nell’obiettivo di BG4SDGs – Time To Change, il progetto fotografico di Banca Generali e Stefano Guindani
Economia / Gli imperi sportivi più ricchi del mondo, tra Europa e America
Economia / La Russia è vicina al default: le sanzioni bloccano i pagamenti sui bond in dollari ed euro
Economia / Smart working, diritti Lgbt, parità di genere: ecco chi è Melissa Peretti, il nuovo capo di Google in Italia
Economia / Aeroporti: “Entusiasmo e speranza per ripartire e tornare a vivere”
Cronaca / Gas, prezzi alle stelle dopo gli stop russi alle forniture: oggi +20%
Lavoro / illimity lancia b-ilty: il primo Business Store Digitale dedicato alle PMI
Economia / Russia, Gazprom taglia il gas all’Italia senza preavviso: riduzione del 15%