Dati Istat: “A settembre la disoccupazione giovanile è salita al 28,7 per cento”

Di Madi Ferrucci
Pubblicato il 31 Ott. 2019 alle 10:47 Aggiornato il 31 Ott. 2019 alle 14:00
1
Immagine di copertina
Credits: Ansa

Istat: “La disoccupazione giovanile cresce al 28,7 per cento”

Il tasso di disoccupazione giovanile ( che interessa gli italiani con un’età compresa tra i 15 e i 24 anni) a settembre è salito di 1,1 punti percentuali rispetto ad agosto, raggiungendo il 28,7 per cento. A rilevarlo sono gli ultimi dati Istat sull’occupazione.  Il tasso di disoccupazione complessivo torna dunque a salire attestandosi al 9,9 per cento, un’inversione di tendenza rispetto ai numeri di agosto 2019, quando  la disoccupazione risultava scesa al 9,6 per cento, tra i valori più bassi dal febbraio 2012.

Le persone in cerca di lavoro sono in aumento di circa il 3 per cento, mentre gli occupati calano dello 0,1 per cento con 32mila unità in meno rispetto ad agosto. Diminuiscono in particolare i dipendenti a tempo indeterminato (con un calo di 18 mila unità). Di contro, crescono i dipendenti a termine (+33mila).

Il tasso di inattività scende al 34,3 per cento (-0,2 punti percentuali). Nel terzo trimestre 2019 l’occupazione è sostanzialmente stabile rispetto al trimestre precedente sia nel complesso sia per genere. Alla stabilità degli occupati si associa però, nell’ultimo trimestre, il calo delle persone in cerca di occupazione (-1,9 per cento, pari a -48 mila unità) con una lieve diminuzione degli inattivi tra i 15 e i 64 anni (-0,1 per cento).

A maggio la disoccupazione scende al 9,9 per cento: è il valore più basso dal 2012

1
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.