Coronavirus:
positivi 15.060
deceduti 34.818
guariti 191.083

Alex Zanardi, il giornalista autore del video: “Non aveva in mano il cellulare. La ruota sinistra si è mossa in modo strano”

Quel filmato Alessandro Maestrini non ha ancora avuto il coraggio di rivederlo: "Ci sono le urla di Alex, lì dentro, terribili, strazianti, sconnesse e poi soffocate, una scena che mai avrei voluto vedere in vita mia, nonostante il lavoro che faccio da anni". Il filmato ora è in mano ai pm. È un elemento fondamentale per stabilire la dinamica dell’incidente

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 22 Giu. 2020 alle 09:53 Aggiornato il 22 Giu. 2020 alle 09:56
46
Immagine di copertina
Alessandro Maestrini, il giornalista di Perugia che ha ripreso la scena dell'incidente

Parla il giornalista che ha ripreso l’incidente

“Quando ho iniziato la ripresa Zanardi era con la sua handbike dietro la nostra automobile. A un certo punto ha accelerato, ci ha sorpassato sulla destra. Poi è iniziata una lieve discesa, con una serie di tornanti. Alex ha perso il controllo dopo una curva a destra e si è scontrato con il camion. L’autista non aveva alcuna responsabilità, stava procedendo lentamente nella sua corsia, non poteva evitare l’impatto”. A parlare è l’autore del video che ha ripreso la scena dello scontro che ora è in mano alla Procura di Siena. Alessandro Maestrini, 51 anni, giornalista di Perugia, ha filmato gli istanti dell’incidente di Alex Zanardi e in un’intervista al Corriere della Sera racconta i particolari di quel tragico momento. “Ho sentito le urla, un medico mi ha preso il cellulare e ha urlato al 118 di muoversi subito: “Questo muore””.

In qualità di testimone, il giornalista smentisce categoricamente l’indiscrezione secondo cui l’incidente che ha coinvolto Zanardi potrebbe essere stato provocato dal fatto che il campione stesse filmando col cellulare all’ingresso della curva. “Non aveva in mano il cellulare. Nessun dubbio. L’ho visto e me lo ricordo perfettamente. Inoltre lo testimoniano anche le immagini del video che ho girato e che adesso sono nelle mani dei magistrati”, assicura Maestrini.

Il giornalista mentre riprendeva la scena ha notato qualcosa di strano “un movimento anomalo” della ruota sinistra. “Nei momenti in cui Zanardi ha perso il controllo del mezzo la ruota sinistra ha fatto un movimento anomalo e l’handbike ha proseguito dritta. Poi si è ribaltata sul lato sinistro e si è schiantata contro l’autoarticolato. Mi sembra di ricordare che abbia centrato il cerchione della ruota sinistra del camion, ma di questo particolare non sono sicuro perché non ho rivisto il video. Una parte della scena però è coperta dal passaggio di un ciclista con la maglia e i pantaloncini bianchi”, ha spiegato al Corriere.

Quel video Alessandro Maestrini non ha ancora avuto il coraggio di rivederlo: “Ci sono le urla di Alex, lì dentro, terribili, strazianti, sconnesse e poi soffocate, una scena che mai avrei voluto vedere in vita mia, nonostante il lavoro che faccio da anni”. Il filmato ora è in mano ai pm. È un elemento fondamentale per stabilire la dinamica dell’incidente.

Leggi anche: 1. Chi è Alex Zanardi: la biografia del campione/ 2. Alex Zanardi, la paura della moglie Daniela: “Ma non lo lascio solo”/ 3. Zanardi, parla il camionista: “Sembrava un pallone, la sua immagine mi tormenta” / 4. Qui tutti gli aggiornamenti sulle condizioni di salute di Zanardi | DIRETTA/ 5. Niccolò Zanardi: “Per tutti mio papà è un esempio di vita come sportivo. Per me lo è come padre”

46
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.