Chi è Viviana Parisi, la donna scomparsa con il figlio di 4 anni a Messina

Alcuni post su Facebook raccontano di come la maternità avesse cambiato la quotidianità della dj e vocalist e di come stesse provando a ritrovare se stessa

Di Anna Ditta
Pubblicato il 5 Ago. 2020 alle 18:19 Aggiornato il 5 Ago. 2020 alle 21:28
30
Immagine di copertina

Aveva detto che sarebbe andata in un centro commerciale distante appena 30 chilometri, invece ne ha percorsi più di 100 Viviana Parisi, 43 anni, scomparsa due giorni fa insieme al figlio Gioele, di 4 anni, dopo un lieve incidente stradale sull’autostrada A20 Messina-Palermo, all’altezza della frazione di Torre del Lauro di Caronia (Me). Le ricerche – che coinvolgono dalla polizia stradale ai vigili del fuoco, dai carabinieri alla forestale e alla protezione civile con l’ausilio di droni, unità cinofile ed esperti di topografi – proseguono senza sosta. Ma finora della donna e del piccolo non è arrivata alcuna notizia.

Nella serata di oggi è arrivato l’appello del marito: “Ciao, Viviana, torna a casa. È stato un piccolo incidente, non ti succede niente, né a te né al né al bambino né a me”, ha dichiarato in un video postato sulla sua pagina Facebook Daniele Mondello, dj messinese e marito di Viviani Parisi. “Non puoi stare tutti questi giorni così senza soldi, senza niente. Torna a casa”, ha aggiunto.

Le ipotesi sulla scomparsa

Viviana Parisi, dopo un lieve tamponamento con il guard rail, ha lasciato l’auto proseguendo a piedi con il bimbo e lasciando nell’auto i suoi effetti personali. La Prefettura di Messina ha attivato ieri il piano provinciale di intervento per la ricerca di persone scomparse, mettendo in campo tutte le forze necessarie a trovare la donna e il figlio.

La Procura di Patti, che ha aperto un’inchiesta, considera possibile che la donna, che negli ultimi tempi soffriva di depressione, abbia potuto fare un gesto sconsiderato, oppure che si sia allontanata volontariamente con l’aiuto di qualcuno. Ma la 43enne potrebbe anche essersi allontanata per cercare aiuto in stato di shock dopo il lieve incidente. Nessuna possibilità per il momento è esclusa, mentre gli inquirenti cercano di fare chiarezza su quanto accaduto.

Chi è Viviana Parisi

Viviana Parisi è nata a Torino e vive a Venetico – un piccolo paese vicino Messina – con il figlio e il marito Daniele Mondello. Insieme a lui lavora come dj e vocalist. Alcuni giorni fa, la coppia aveva pubblicato insieme una nuova traccia audio e un video. Nulla che lasciasse pensare all’idea che Viviana si volesse allontanare, anche se alcune persone vicine alla donna – secondo quanto riportato dai giornali – sostengono che il periodo del lockdown sia stato difficile per lei, data l’impossibilità di vedere i suoi parenti di Torino.

“Non ho più niente ma pian piano se arrivano alcune serate vorrei riprendermi il mio passato per andare avanti con il presente e il futuro se Dio vuole, riprendere un po’ la mia vita lavorativa per vivere, per ritornare nella famiglia, per condividere di nuovo tutto”, aveva scritto Viviana in uno degli ultimi post su Facebook.

“Alla nascita del mio cucciolo il suo mondo mi rapì”, ha scritto la donna in un post Facebook condiviso di recente sulla pagina pubblica del marito. “Fino a un anno e mezzo fa lo nutrii col mio seno. Decisi poi a malincuore di non dargli più il mio latte nonostante ne avessi ancora, così arrivò il primo distacco. La musica per me cambiò. Per Daniele l’Hardstyle in studio, per me la ninna nanna in camera da letto. La musica? La musica e tutto ciò che facevo è diventata malvagia mi ha “perseguitata” mi ha rinchiuso in una bara di ‘cristallo’. Ho cercato di difendermi, di proteggere me e il mio piccolo ma alla fine è stato il mio cucciolo a darmi il tempo e a cliccare il tasto play, a ridarmi il ritmo”.

E ancora si legge: “Dopo la nascita di Gioele sono entrata a far parte di un mondo nuovo, particolare, colmo di impegni. Alla nascita del mio cucciolo il suo mondo mi rapì sia con il cuore che con la mente. Il mio tempo non lasciò spazio ad altri pensieri. Mi travolse”. Poi Viviana aggiunge: “Due anni fa mi sono totalmente ancora più estraniata, allontanata, chiusa in un bunker”, “è come se avessi incontrato la matrigna cattiva e fossi scappata nel bosco nascondendomi dal mondo”.

30
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.