Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 07:12
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Galli come nel Trono di Spade: “L’inverno sta arrivando, abbiamo in casa la variante Delta”

Immagine di copertina

Variante Delta, Galli come nel Trono di Spade: “L’inverno sta arrivando”

“Avete presente nel Trono di Spade quando si dice ‘l’inverno sta arrivando‘? La variante delta l’abbiamo già in casa e la gente non vaccinata farebbe bene a vaccinarsi presto”. Così, con una citazione da “Il Trono di Spade“, il professor Massimo Galli, direttore della Clinica di Malattie Infettive dell’Ospedale Sacco di Milano, ha commentato ieri sera a Cartabianca i rischi legati alla diffusione della cosiddetta variante indiana in Italia.

“Queste persone, vaccinandosi, metterebbero in sicurezza se stesse e ci eviterebbero il problema di dover affrontare nuovamente una situazione che non vogliamo affrontare”, ha aggiunto l’esperto nel corso del programma condotto da Bianca Berlinguer su Rai 3. “Con i vaccini possiamo avere una buona estate e un migliore autunno. Ma bisogna farli: il vero punto non è preoccuparsi del vaccino ma del virus”.

VACCINI CONTRO LA VARIANTE DELTA: RISULTATI INCORAGGIANTI DAI PRIMI STUDI

Due recenti studi condotti nel Regno Unito su decine di migliaia di pazienti Covid mostrano come due dosi di vaccino assicurino una solida protezione anche contro la cosiddetta “variante indiana” o meglio la variante Delta del nuovo Coronavirus, sia contro l’infezione che in termini di minore rischio di ricovero.

I risultati incoraggianti delle ricerche compiute dall’Università di Strathclyde , in Scozia, e dalla Public Health England, un’agenzia del Dipartimento della salute britannico, autorizzano l’Europa a sperare di evitare una nuova ondata epidemica. La cosiddetta “variante indiana” è diventata dominante nel Regno Unito almeno dalla metà del mese di maggio e comincia a diffondersi anche in Italia, con 81 casi registrati finora in Lombardia.

I dati emersi dai due studi citati mostrano come nel medio periodo i vaccini riducano il rischio di ospedalizzazione contro la variante Delta del Sars-Cov-2 – ritenuta ben più contagiosa di quella inglese (la variante Alfa) e definita “preoccupante” dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) – a patto però di somministrare entrambe le dosi.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Usa: "variante Delta più pericolosa"
Cronaca / Il 58,82% della popolazione italiana ha completato il ciclo vaccinale
Cronaca / “Non vi azzardate a vaccinarmi”: le parole di una 50enne no vax prima di essere intubata per Covid
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Usa: "variante Delta più pericolosa"
Cronaca / Il 58,82% della popolazione italiana ha completato il ciclo vaccinale
Cronaca / “Non vi azzardate a vaccinarmi”: le parole di una 50enne no vax prima di essere intubata per Covid
Cronaca / Licata, consigliere comunale ex Lega spara 4 colpi di pistola contro il socio in affari
Cronaca / 6.171 casi e 19 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività 2,7%
Cronaca / “Combatterò finché non tornerò a studiare a Bologna. La situazione peggiora”: Zaki scrive dal carcere
Cronaca / “Siamo nella quarta ondata di Covid, aumentano i morti”: i dati della Fondazione Gimbe
Cronaca / Pfizer: dopo 6 mesi vaccino meno efficace. Si avvicina la terza dose
Cronaca / Il 58,12% della popolazione italiana ha completato il ciclo vaccinale
Cronaca / Sileri: "Sollecitato provvedimento per terza dose ai fragili"