Covid ultime 24h
casi +28.352
deceduti +827
tamponi +222.803
terapie intensive -64

Varese, uomo gravemente malato si suicida insieme alla figlia disabile

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 20 Lug. 2020 alle 11:12 Aggiornato il 20 Lug. 2020 alle 11:27
60
Immagine di copertina

Uomo si uccide con la figlia disabile

Un uomo di 74 anni si è tolto la vita insieme alla figlia disabile a Saltrio, in provincia di Varese, con i gas di scarico della sua auto. La ragazza aveva 31 anni ed era disabile al 100 per cento. I corpi di padre e figlia sono stati trovati dai carabinieri nel garage dove l’uomo aveva posteggiato l’auto. I militari hanno fatto la macabra scoperta dopo essere stati allertati dai parenti, che non avevano notizie dei due da diversi giorni. Secondo quanto si apprende, l’uomo era gravemente malato e, prima di compiere il folle gesto, ha lasciato una lettera d’addio alla moglie: anche la donna era gravemente malata.

Non sono ancora state chiarite le dinamiche del suicido-omicidio, ma dalle prime ricostruzioni sembra che l’uomo abbia prima ucciso la figlia e poi si sia chiuso con il corpo esanime nel garage aspettando che i gas di scarico sprigionati dal motore dell’auto accesa facessero effetto. Alla base del movente ci sarebbe la disperazione dell’uomo rispetto allo stato di salute della figlia, di cui doveva occuparsi. Ma il nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Varese sta effettuando tutti i rilievo del caso e investigando sulla vicenda.

Leggi anche: 1. La storia di M., 17 anni, impiccatosi per un brutto voto nella scuola a distanza 2. Annuncia il suicidio in diretta davanti a 400 utenti connessi: “Mi impicco”. Nessuno riesce a fermarlo 3. La misteriosa morte del prof di Crema appassionato di esoterismo: indagata la moglie 4. Cooperante italiano di 33 anni trovato morto in Colombia. Lanciata petizione: “La sua morte non resti impunita”

60
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.