Covid ultime 24h
casi +21.273
deceduti +128
tamponi +182.032
terapie intensive +80

“Come godo, avete tolto di mezzo lo scimpanzé”: trovato l’autore del post shock su Willy Monteiro Duarte

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 19 Set. 2020 alle 10:01 Aggiornato il 19 Set. 2020 alle 10:16
36
Immagine di copertina

Rintracciato l’utente autore del post shock su Willy Monteiro Duarte

Preso l’utente di Facebook che aveva indignato il web condividendo un commento shock su Willy Monteiro Duarte, il 21enne italocapoverdiano ucciso nel corso di un pestaggio a Colleferro la notte tra sabato 5 e domenica 6 settembre. “Avete tolto di mezzo quello scimpanzé. Godo come un riccio per la sua morte”, si leggeva sul profilo che portava il nome di “Manlio Germano”, in un post rivolto ai fratelli Bianchi e a Francesco Belleggia, considerati i principali responsabili della morte del giovane.

A distanza di circa due settimane, la polizia postale di Roma e Latina, con la collaborazione della squadra di Firenze, ha rintracciato il giovane, uno studente di 23 anni esperto di informatica che si trovava in un albergo del capoluogo toscano. Residente a Treviso, il ragazzo aveva usato un profilo falso per condividere il messaggio razzista, utilizzando tecniche di anonimizzazione del suo indirizzo Ip, convinto che sarebbe stato impossibile rintracciarlo. Ora le forze dell’ordine lo hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Latina, che coordina le indagini informatiche.

Leggi anche: 1. “Avete eliminato uno scimpanzè, godo”: l’agghiacciante commento su Willy indigna i social 2. Caso Willy, meno male che non lo avevate nemmeno toccato: l’autopsia rivela lesioni multiple sul suo corpo 3. Il vuoto politico e sociale produce i mostri inumani di Colleferro (di G. Gambino) 4. Se a uccidere un bianco fossero stati 4 neri sarebbe scoppiato il finimondo (di G. Cavalli)

5. Omicidio Willy, i familiari degli arrestati: “Era solo un immigrato, non hanno fatto niente di male” 6. “Per noi era come un figlio, sarebbe diventato un bravo chef”: parla il direttore dell’hotel dove lavorava Willy

36
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.