Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Trieste città solidale: i cittadini riportano al senzatetto coperte e maglioni per ripararsi dal freddo

Immagine di copertina
(Immagine: Diego D'Amelio)

Il gesto degli abitanti arriva dopo che il vicesindaco Polidori aveva gettato nella spazzatura i panni dell'uomo senza fissa dimora

Le parole del vicesindaco di Trieste, il leghista Paolo Polidori – che aveva buttato in un cassonetto le coperte di un uomo senza fissa dimora, scrivendolo poi su Facebook nei primi giorni di gennaio 2019 – hanno indignato non solo il web ma anche gli abitanti della città friulana. Al punto tale che i cittadini si sono mossi per aiutare il senzatetto, al quale hanno portato coperte e maglie, ma anche cappelli, sciarpe e cuscini. Materiale con cui l’uomo potrà ripararsi dal freddo.

“Caro amico, speriamo che questa notte tu soffra meno il freddo. Ti chiediamo scusa a nome della città di Trieste – si legge su un cartone adagiato a terra, pubblicato dal giornalista del Piccolo Diego D’Amelio su Twitter, accanto ai vestiti donati al senzatetto – P.S. In caso di mancato ritiro non gettare nulla, provvederemo al recupero entro domani, grazie”.

La reazione del vicesindaco di Trieste

Paolo Polidori, dopo il polverone che si è sollevato sui social (e non solo), ha commentato a Radio Capital: “A Trieste nessuno resta senza tetto sulla testa, non c’è mancanza di solidarietà, mi ero mosso in prima persona per lui: lo cercherò, voglio parlargli. Nel post (quello pubblicato da Polidori, ndr) non c’è riferimento a persone: sul clochard c’era un provvedimento di allontanamento e ho presunto che fosse andato via”.

Il leghista ha poi aggiunto: “È brutto sentirsi dare del razzista. Non lo sono”.

Che cosa aveva scritto Paolo Polidori su Facebook

Il vicesindaco di Trieste ha gettato nella spazzatura i panni usati da un uomo senza fissa dimora, probabilmente di origini romene, che si sposta continuamente in città. Dopo aver compiuto il gesto ha scritto sui social: “Sono passato in via Carducci, ho visto un ammasso di stracci buttati a terra… coperte, giacche, un piumino e altro. Non c’era nessuno, quindi presumo fossero abbandonati. Da normale cittadino che ha a cuore il decoro della sua città, li ho raccolti e li ho buttati, devo dire con soddisfazione, nel cassonetto: ora il posto è decente. Durerà? Vedremo! Il segnale è: tolleranza zero! Trieste la voglio pulita!”.

Il leghista, nel post rimosso, ha concluso: “Sono andato subito a lavarmi le mani. E adesso si scatenino pure i benpensanti, non me ne frega nulla!”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Processo Ruby ter, Berlusconi assolto a Siena
Cronaca / Covid, oggi 3.794 casi e 36 morti: tasso di positività allo 0,7%
Cronaca / È arrivato il numero 6 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Processo Ruby ter, Berlusconi assolto a Siena
Cronaca / Covid, oggi 3.794 casi e 36 morti: tasso di positività allo 0,7%
Cronaca / È arrivato il numero 6 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Proteste no green pass: domani attese 20mila persone a Trieste. Genova, sgomberato presidio al porto
Cronaca / Brescia, 49enne uccide a martellate in strada la ex fidanzata. Poi chiama i Carabinieri
Cronaca / Tragedia sul lavoro a Bologna: operaio di 22 anni muore schiacciato da un camion
Cronaca / Covid, oggi 3.702 casi e 33 morti: tasso di positività allo 0,8%
Cronaca / Attacco hacker alla Siae: rubati i dati degli artisti e chiesto un riscatto di 3 milioni
Cronaca / Madre di due bambini muore per tumore al seno diagnosticato tardi: ginecologa a processo per omicidio
Cronaca / Obbligo vaccinale per personale medico, la sentenza del Consiglio di Stato: “È legittimo”