Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Primo studio sull’efficacia dei vaccini in Italia: “Contagi e casi gravi giù fino al 99 per cento”

Immagine di copertina

Uno studio condotto in Italia da un gruppo di ricercatori dell’università di Ferrara e dell’Asl di Pescara ha evidenziato che i vaccini anti-Covid 19 stanno funzionando molto bene. Tra le persone vaccinate “la percentuale di riduzione di infezioni, casi di malattia e decessi raggiunge il 99 per cento”, le parole dell’epidemiologo Manzoli all’Adnkronos Salute. “Evidente il calo di contagi e di malattia Covid, ma anche di morti (- 91 per cento, ma è una stima instabile)”.

“L’Asl di Pescara, che vaccinava dal 2 gennaio – ha spiegato l’epidemiologo – si è detta: vediamo come stanno funzionando questi vaccini. Abbiamo condotto l’analisi con un po’ di paura. Tremavamo all’idea che non potessero funzionare. Ma con grande sollievo i dati preliminari che abbiamo osservato sono davvero molto positivi. I risultati degli studi sperimentali andavano verificati sulla popolazione generale ed è quello che abbiamo fatto: abbiamo preso i vaccinati della provincia di Pescara e tutta la popolazione adulta residente (poco meno di 300mila persone). I vaccinati erano al momento in cui abbiamo condotto lo studio 62mila. Avendo dovuto escludere per i tempi tecnici necessari alla sieroconversione i vaccinati di aprile, sono stati esaminati i dati di 37mila persone e sono stati confrontati con quelli dei non vaccinati”.

Fra le persone sottoposte a iniezione – con Pfizer, Moderna e AstraZeneca – è risultato “evidente il calo di contagi e di malattia Covid, ma anche di morti (- 91 per cento, ma è una stima instabile). In pratica, abbiamo registrato un solo decesso”.

Il lavoro, che ha fra gli autori Manzoli e sul fronte dell’Asl pescarese Antonio Caponetti, direttore sanitario, e Graziella Soldato, è stato appena sottomesso per la pubblicazione su una rivista scientifica e quindi non è ancora passato dalla revisione fra pari. “I dati sono preliminari – ha precisato l’epidemiologo Manzoli – e abbiamo in cantiere ulteriori analisi. Ma intanto abbiamo un follow up medio di 30 giorni. E abbiamo potuto esaminare dati che si riferiscono a due dosi di Pfizer e Moderna e una singola di AstraZeneca, perché ancora non erano partite le seconde dosi. I risultati mostrano che sono tutti davvero molto efficaci”.

I dati relativi ai vaccinati con AstraZeneca sono molto positivi: “La percentuale di riduzione di infezioni, casi di malattia e decessi raggiunge il 99 per cento. Magari questo dato così alto si modificherà un po’ in futuro, ma non scenderebbe di tantissimo”, ha detto l’epidemiologo all’AdnKronos. Tutti e tre i vaccini, comunque, hanno avuto “dati simili, gli intervalli di confidenza si sovrappongono. E posso dire che vanno al di là delle più rosee aspettative. Anche i dati preliminari sugli eventi avversi sono buoni, ma non li abbiamo potuti inserire per motivi tecnici. Peccato, perché potrebbero contribuire a rassicurare le persone che ne avessero bisogno”.

Leggi anche: 1. Coprifuoco, matrimoni e riaperture: ecco cosa può cambiare dal 24 maggio con il nuovo decreto anti-Covid / 2. Regioni, come cambiano i colori: solo la Valle d’Aosta in arancione, Friuli-Venezia Giulia, Molise e Sardegna con numeri da zona bianca / 3. Caos vaccini: Pfizer smentisce il piano Figliuolo, ma Cts ed Ema danno ragione al generale

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO
TUTTI I NUMERI SUL COVID NEL MONDO
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Bollette, il governo valuta nuove misure per contrastare i rincari record: oggi cabina di regia e consiglio dei ministri
Cronaca / Covid, rallenta la crescita dell’Rt: da 1,54 passa a 1,31
Cronaca / “Negli ospedali solo con il super Green pass”: fa discutere la circolare della regione Puglia
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Bollette, il governo valuta nuove misure per contrastare i rincari record: oggi cabina di regia e consiglio dei ministri
Cronaca / Covid, rallenta la crescita dell’Rt: da 1,54 passa a 1,31
Cronaca / “Negli ospedali solo con il super Green pass”: fa discutere la circolare della regione Puglia
Cronaca / Lettera di minacce al ministro Orlando. Indagini su sostanza all’interno della busta
Cronaca / Green pass, esentati alimentari e farmacie: Draghi firma il nuovo Dpcm
Cronaca / Sgarbi:”Per me Berlusconi non sa chi sia Marta Cartabia”
Cronaca / Covid, oggi 188.797 casi e 385 morti: tasso di positività al 17%
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Oristano, percepivano il reddito di cittadinanza senza averne i requisiti: 60 persone denunciate
Cronaca / Il governo apre alle Regioni: allo studio nuove regole per rendere meno probabile l’accesso alla zona rossa