Roma, maestra picchia bambina disabile: i compagni denunciano le violenze

La donna è ora iscritta nel registro degli indagati con l'accusa di maltrattamenti

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 17 Ott. 2019 alle 09:37 Aggiornato il 10 Gen. 2020 alle 20:20
0
Immagine di copertina

Roma, maestra picchia bambina disabile: i compagni denunciano il fatto

Maestra picchia una bambina disabile: a denunciare il fatto, avvenuto in una scuola elementare di Roma, sono stati i compagni di classe della vittima.

L’orrenda vicenda è avvenuta nei mesi scorsi a Roma, in una classe quinta di una scuola elementare.

Secondo quanto emerso dalle indagini, che hanno portato la procura di Roma a iscrivere la donna nel registro degli indagati con l’accusa di maltrattamenti, le violenze ai danni della bambina disabile sarebbero state reiterate.

A raccontare ciò che succedeva sono stati gli stessi compagni della piccola vittima. Secondo i loro racconti, infatti, la maestra di sostegno della bambina approfittava dell’assenza degli altri insegnanti per insultare, umiliare e picchiare la ragazzina.

I piccoli, così, dopo averne parlato con i genitori, hanno deciso di raccontare tutto alle loro maestre. La dirigente scolastica ha quindi deciso di separare in via precauzionale la bambina dalla sua maestra di sostegno, la quale, però, insegna ancora oggi nella scuola dove si sono svolti i fatti.

La svolta a livello investigativo, però, c’è stata quando una delle mamme dei ragazzi ha parlato con i carabinieri, dando di fatto il via all’indagine.

Gli inquirenti quindi hanno ascoltato alcuni dei piccoli, i quali hanno raccontato ciò che la loro amica e compagna era costretta a subire. Pugni sulle mani, calci sulle gambe, schiaffi e insulti.

Ascoltata dalle forze dell’ordine, la donna ha negato qualsiasi responsabilità.

Roma, abusi su due 14enni adescati all’oratorio: arrestati tre uomini anziani

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.