Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 09:35
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Entrano senza mascherina, maxi rissa alla Coop di Crema: “Immagini spaventose” | VIDEO

Una maxi rissa è scoppiata ieri presso la Coop di Crema, all’interno del centro commerciale Gran Rondò. A innescare la rissa, secondo la stampa locale, il rifiuto di due uomini di indossare la mascherina, che è invece obbligatoria nei luoghi chiusi come previsto dalla normativa per la prevenzione del contagio da Covid-19.

Al richiamo di uno degli addetti alla vigilanza i due avrebbero reagito con molta violenza, come mostrano alcuni video pubblicati sui social network. “Il video che abbiamo ricevuto dai lavoratori è spaventoso”, denuncia Francesco Iacovone, sindacalista Cobas nazionale. Le immagini mostrano due uomini che lanciano cestini del supermercato e colpiscono con pugni le persone che cercano di bloccarli. È poi intervenuta una pattuglia della Polizia per bloccarli.

Secondo quanto riporta Repubblica Milano, uno dei due è poi rientrato qualche minuto più tardi con un cric per auto nascosto tra i vestiti per colpire l’addetto alla vigilanza, ma è stato bloccato dalla polizia arrivata nel frattempo. I due sono stati denunciati.

“Questo è quanto accade nei luoghi del commercio tutti i giorni e milioni di lavoratori restano esposti al rischio di contagio e alla possibilità di aggressione da parte dei negazionisti della pandemia”, prosegue Iacovone. “Non c’è più tempo: le segnalazioni dei lavoratori hanno frequenza ormai quotidiana e il rischio di contagio, sommato a quello di aggressione, devono essere contenuti dalle istituzioni di questo Paese”.

“La retorica degli eroi, quelli in prima linea durante il lockdown, non serve per lavorare in serenità, servono invece contingentamenti agli ingressi, mascherine e controlli stringenti”, aggiunge il rappresentante Cobas. “Oltre alla crisi sanitaria siamo di fronte a un vero e proprio problema di ordine pubblico che deve essere affrontato con vigore dal Governo, attraverso i Ministri competenti e i Prefetti”, conclude.

Leggi anche: 1. Coronavirus, uno studio italiano rivela: “Meno morti per Covid con più vaccini anti-influenzali”/2. Influenza, Gimbe: “Per 2 persone su 3 manca il vaccino nelle farmacie” /3. Coronavirus, Ricciardi: “Tra 2 settimane mi aspetto peggioramento. Due regioni a rischio”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Coprifuoco e riaperture, pronte le nuove misure del Governo
Cronaca / Di Maio: "Superare i brevetti anche per i macchinari dei vaccini"
Cronaca / Somministrate 23.9 milioni di dosi
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Coprifuoco e riaperture, pronte le nuove misure del Governo
Cronaca / Di Maio: "Superare i brevetti anche per i macchinari dei vaccini"
Cronaca / Somministrate 23.9 milioni di dosi
Cronaca / Covid, 8.292 casi e 139 morti nell'ultimo giorno
Cronaca / Francesca Pascale coltiverà cannabis light: “Darò lavoro alle ex detenute”
Cronaca / Il programma politico di Giuseppe Conte per il M5S: ecco le 5 stelle nel suo manifesto
Cronaca / Il Cavalier Condorelli, il Cavalier Berlusconi e l'omertà istituzionale (di A. Di Battista)
Cronaca / Treviso, non riesce a legarsi al deltaplano e precipita nel vuoto: muore pilota 51enne
Cronaca / Coprifuoco, Governo pronto a decidere: ecco quando e come cambia l’orario
Cronaca / “Ai giovani dico: fate come Peppino, scegliete legalità e antifascismo”. Parla Giovanni Impastato