Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 14:21
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Scuola, presidi infuriati: “Impraticabile controllare il Green Pass”

Immagine di copertina

“A distanza di soli dieci giorni dall’inizio del nuovo anno scolastico tocca registrare, con amarezza e preoccupazione, che non sono stati adottati gli interventi che potrebbero garantire la riapertura delle scuole in piena sicurezza”. I presidi sono in allarme per la riapertura degli istituti scolastici con i numeri della pandemia di Covid 19 nuovamente in risalita e lo si evince dalle parole del presidente dell’Associazione Nazionale Dirigenti Scolastici (Andis), Paolino Marotta.

“Ci sono altre importanti questioni da affrontare con urgenza le procedure che le scuole devono adottare per l’accertamento del possesso della certificazione verde e per la sospensione dei docenti privi di green pass; la periodicità dei tamponi diagnostici al personale in condizione di fragilità; la nomina dei supplenti temporanei nei primi quattro giorni di sospensione dal servizio del titolare sprovvisto di green pass e le difficoltà di funzionamento delle centinaia di istituzioni scolastiche assegnate in reggenza”.

Che a pochi giorni dalla riapertura delle scuole la situazione sia lontano dall’essere risolta lo ribadisce anche Mario Rusconi, presidente dell’Associazione nazionale presidi di Roma: “Sulla questione Green pass siamo in alto mare. Stiamo aspettando indicazioni per capire come bisognerà procedere. Ma se le scuole devono controllare tutti i giorni i certificati di docenti e personale rischiamo che si inizi a mezzogiorno. Sembra ci sia un braccio di ferro tra Garante per la privacy e ministero speriamo si trovi presto una soluzione. Mancano pochi giorni, non possiamo rimanere in questa impasse”.

E anche il presidente nazionale Anp, Antonello Giannelli afferma che: “A dieci giorni dall’inizio del nuovo anno scolastico l’avvio ordinato delle attività è pregiudicato da problematiche a cui non è stata ancora fornita una soluzione efficace ed univoca. Occorre che l’amministrazione fornisca tempestivamente risposte chiare che impediscano alle scuole e ai loro dirigenti di esporsi a difficoltà che appaiono al momento ingestibili e insuperabili nonché a contenziosi certi”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Trovato morto Giacomo Sartori, il 29enne scomparso una settimana fa a Milano
Cronaca / A chi esulta per Dell’Utri do una notizia: non è stato assolto dalle condanne precedenti
Cronaca / L’ex presidente catalano Puigdemont è stato arrestato in Sardegna
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Trovato morto Giacomo Sartori, il 29enne scomparso una settimana fa a Milano
Cronaca / A chi esulta per Dell’Utri do una notizia: non è stato assolto dalle condanne precedenti
Cronaca / L’ex presidente catalano Puigdemont è stato arrestato in Sardegna
Cronaca / È arrivato il numero 2 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / 4.061 nuovi casi e 63 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,3%
Cronaca / Draghi all’assemblea di Confindustria: “Il green pass è strumento di libertà, no a nuove tasse”
Cronaca / DIG Festival 2021: il giornalismo investigativo a Modena dal 30 settembre al 3 ottobre
Cronaca / Milano, 30enne scomparso da 5 giorni: sparito dopo il furto del suo zaino
Cronaca / 3.970 nuovi casi e 67 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,3%
Cronaca / Saman Abbas, arrestato a Parigi lo zio Danish Hasnain: “È la mente di questo progetto criminoso pazzesco”