Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 12:49
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Il reddito di cittadinanza andrà anche a un ex Brigate Rosse

Immagine di copertina
Raimondo Etro

Raimondo Etro, ex brigatista rosso, riceverà il reddito di cittadinanza. La sua domanda è stata accettata dall’Inps, così come raccontato dal 68enne al “Corriere della Sera”: “Prenderò 780 euro, 280 come contributo per l’affitto, il resto per la spesa, potrò prelevare 100 euro al mese, di certo andranno via tutti”.

Etro era stato condannato a 20 anni e 6 mesi per concorso nel sequestro e nell’omicidio di Aldo Moro e per la strage di via Fani dove persero la vita i componenti della scorta del presidente della Democrazia Cristiana.

Inoltre prese anche parte all’omicidio del giudice Riccardo Palma, commesso a Roma il 14 febbraio 1978. Oggi la sua richiesta per ottenere l'”Rdc” è stata accolta: la legge prevede che il reddito di cittadinanza non possa essere dato a chi, negli ultimi dieci anni, ha avuto una pena definitiva per mafia e terrorismo.

Etro, essendo stato condannato più di 20 anni fa, ne ha quindi diritto. “La mia vita l’ho buttata al vento, facendo però pagare il prezzo ad altri che non c’entravano niente” – ha spiegato Etro al quotidiano milanese – Perciò, se ci saranno proteste e il reddito di cittadinanza mi verrà ritirato, pazienza, non mi opporrò”.

L’ex Br ha raccontato di aver fatto domanda il 6 marzo scorso in quanto si troverebbe in una situazione di forte indigenza: “Sto affogando, sono un vero povero e devo riconoscere che, dopo aver detto tante cattiverie contro Di Maio e i Cinque Stelle, il reddito per me è una boccata d’ossigeno”.

Etro ha spiegato che oggi vive vendendo libri su Ebay e che, dopo la separazione nel 2011, vive da solo a via della Pisana in affitto a 850 euro al mese. Inoltre è anche invalido e operato di tumore al rene.

L’ex brigatista ha spiegato che non credeva di vedere accolta la sua domanda: “Invece al Caf mi hanno spiegato che solo chi ha avuto negli ultimi dieci anni una pena definitiva per mafia o terrorismo non può averlo. Infatti ho parlato con Vito, il mio ex compagno di cella a Rebibbia dal 2002 al 2006, lui con il 416bis per camorra: anche Vito ha ricevuto l’sms dall’Inps. Ha avuto il reddito”.

Reddito di cittadinanza, l’assegno è più basso del previsto: “Solo 40 euro? Vergogna, ci avete fregato”

Reddito di cittadinanza: l’Inps comunica l’esito delle prime domande

I giovani non chiedono il reddito di cittadinanza

Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Ci ha lasciato un Maestro”: musica e politica ricordano Franco Battiato
Cronaca / Somministrate 27.7 milioni di dosi
Cronaca / Giorgia Meloni: "Draghi liberticida, non ferma il coprifuoco"
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Ci ha lasciato un Maestro”: musica e politica ricordano Franco Battiato
Cronaca / Somministrate 27.7 milioni di dosi
Cronaca / Giorgia Meloni: "Draghi liberticida, non ferma il coprifuoco"
Cronaca / Da giugno 6 regioni saranno in zona bianca
Cronaca / Covid, 3.455 casi e 140 morti nell'ultimo giorno
Cronaca / Coprifuoco alle 23 da domani, abolito dal 21 giugno: approvato il decreto sulle riaperture
Costume / Perde il lavoro per il Covid, l’italiano Khaby diventa tiktoker e supera i follower di Zuckerberg
Cronaca / Parla la lavoratrice in nero del caso Angelini: "Bob mi ha messo alla gogna ma io non farò lo stesso con lui"
Cronaca / Urbano Cairo insulta la sindaca di Torino: "Appendino? Una deficiente"
Cronaca / Sgarbi contro il bacio saffico nello spot Dietorelle: “Pubblicità oscena”