Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:14
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

L’ex direttrice della Croce Rossa Italiana: “Nella Fase 2 più spazio alle donne”

Intervista a Patrizia Ravaioli: “Siamo state completamente escluse dalla gestione dell'emergenza-Covid”

Patrizia Ravaioli: “Nella Fase 2 più spazio alle donne” | VIDEO

“Sarà una nuova società quella che si costruirà nella fase 2 dell’emergenza-Covid: le donne partecipino”, è l’appello di Patrizia Ravaioli, direttore generale della Croce Rossa italiana dal 2008 al 2015 e oggi manager nel settore dell’health care a Milano. Commentando l’idea della virologa Ilaria Capua di far rientrare prima le donne al lavoro, Ravaioli osserva: “Forse quella della Capua era una provocazione, visto che le donne sono completamente scomparse dalla leadership nella gestione dell’emergenza”.

Ricordando che la Capua è praticamente “l’unica donna che sta parlando in questa emergenza”, che il “Comitato di esperti” designato dal capo della Protezione Civile è composto da 20 nomi maschili e neanche uno femminile, così come la task force di Vittorio Colao ne include solo 4 su 17, l’ex d.g. della CRI lancia l’allarme: “Le donne siano presenti nelle varie task force, e in tutti i gangli dove si va a ricostruire una nuova società”. “Ci abbiamo messo 74 anni a modificare la società”, con un lento e progressivo inserimento delle donne nel mondo lavorativo, oggi non possiamo essere lasciate indietro, a fronte del terremoto economico causato dal Coronavirus”, evidenzia Ravaioli, che è anche membro di Fuori Quota, organismo no-profit per l’empowerment femminile.

In questa emergenza “moltissime donne sono in prima linea, medici, infermiere, donne delle pulizie, donne in prima linea a creare pasti per le mense”. E allora l’auspicio è, per esempio, che sia inserito nella task force per la ricostruzione anche un medico di base donna. Donne che a casa “fanno ‘smart working ai fornelli’, come dice un mio amico scherzando”, conclude lRavaioli in relazione al “doppio lavoro che in tempi di crisi covid ricade sulle lavoratrici, al pc e al contempo impegnate nella gestione dei carichi familiari, figli in primis”.

Ma c’è ben poco da scherzare perché in Italia, stando a dati dell’Università Bocconi, meno di una donna su due lavora (il 48,9 %), un terzo ha impieghi part-time e il 13,7% ha contratti a tempo determinato, e su di loro rischia di abbattersi la scure dell’impatto economico della dell’epidemia. Del tema si occupa anche la petizione #datecivoce, che vede tra le firmatarie Paola Bocci, consigliera del PD in Regione Lombardia: “Il problema è che tante donne capaci, in tutti campi, non riescono ancora a raggiungere posizioni apicali tali da poter incidere e avere tale visibilità che oggi avrebbe potuto portarle ad essere chiamate per incarichi come la task force emergenza Covid” E così “il primo pensiero va agli uomini: c’è un nodo culturale non ancora sciolto”.

Leggi anche: 1. Mentre in Italia ci si interroga sui “congiunti”, all’estero si pensa a come gestire il lockdown del sesso / 2. Parenti sì, fidanzati no. Un governo può decidere per legge una gerarchia degli affetti? (di F. Salamida) / 3. La Fase 2 e i diritti Lgbt negati: l’Italia non è la famiglia del Mulino Bianco (di M. Giorgi)

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Un Hacker ha messo in vendita i dati di oltre 7 milioni di italiani vaccinati contro il Covid
Cronaca / Covid, 1.723 nuovi casi e 52 morti nell'ultimo giorno
Cronaca / Minorenni costrette a prostituirsi dalla mamma e dalla nonna in cambio di sigarette e cibo
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Un Hacker ha messo in vendita i dati di oltre 7 milioni di italiani vaccinati contro il Covid
Cronaca / Covid, 1.723 nuovi casi e 52 morti nell'ultimo giorno
Cronaca / Minorenni costrette a prostituirsi dalla mamma e dalla nonna in cambio di sigarette e cibo
Cronaca / AstraZeneca, la Lombardia blocca i richiami con vaccino diverso: “Aspettiamo l’ok di Aifa”
Cronaca / “La prof ha dato dello ‘scimmione’ a mio figlio"
Cronaca / Mezza Italia in zona bianca dal 14 giugno: le regole da seguire
Cronaca / La malattia di Camilla non era indicata nella scheda per il medico vaccinatore
Cronaca / Ciro Grillo e gli amici in caserma: risate e gesto delle manette mimato. La madre: “Taci, stupido”
Cronaca / Covid, ultime notizie. AstraZeneca, stop per gli under 60, richiamo con un vaccino diverso. Speranza: “Daremo indicazioni perentorie”. Lombardia blocca il mix: “Aspettiamo l’ok di Aifa”
Cronaca / "Ennesimo caso d'invadenza della pubblicità", il Cdr del Corriere contro il direttore Fontana