Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:01
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

La verità, vi prego, su Paolo Borsellino: i depistaggi dello stato infangano la sua memoria

Immagine di copertina
Paolo Borsellino con Leonardo Sciascia

Paolo Borsellino | Depistaggi strage | Processo

La verità, vi prego, su Paolo Borsellino. L’ultima notizia sono i magistrati Carmelo Petralia e Anna Palma indagati per calunnia, con 19 supporti magnetici risalenti ai primi anni ’90 che potrebbero contenere registrazioni di intercettazioni e forse qualche interrogatorio con il falso pentito Vincenzo Scarantino, ma il processo sullo sviamento delle indagini per la strage di via D’Amelio è tutto un conato istituzionale che sbrodola vergogna su un intero Paese.

Abbiamo avuto, certificata dalla Cassazione, una sentenza sull’omicidio del giudice Borsellino dettata a un povero disperato come Scarantino che si è finto pentito e che è stato imboccato da alcuni uomini dello Stato per addossarsi colpe non sue.

Sempre per l’accusa di calunnia sono stati portati alla sbarra tre poliziotti del gruppo Falcone-Borsellino, anche loro accusati di avere sviato le indagini e a Caltanissetta sono sotto processo l’ex funzionario Mario Bo, gli ex ispettori Michele Ribaudo e Fabrizio Mattei (fedelissimini dell’ex capo della Squadra Mobile di Palermo Arnaldo La Barbera, orami deceduto) per avere indottrinato Scarantino e per averlo aiutato nel ’95 a studiarsi a memoria il copione di bugie che avrebbe poi recitato in Aula.

Paolo Borsellino | Via d’Amelio

E, oltre a tutto questo, che fa già schifo così, ora arrivano i due pm indagati a Messina. In tutto questo, se ci pensate bene, tra poco sarà il 19 luglio e ancora una volta via d’Amelio sarà infestata da istituzioni e politici che vorranno darci lezioni di memoria sulla strage del ’92.

Siamo un Paese strano, noi: commemoriamo qualcosa che ancora non ci è stata raccontata per intero. Come se fosse una favola tragica di cui manca il finale e tutti si impegnano a raccontarla senza accorgersi che è monca.

Eppure dei processi che stanno cercando di fare luce su quello che è forse uno dei più gravi depistaggi della Repubblica non ne parla la politica, ne parlano solo pochi editorialisti (quelli marchiati con il marchio doc di antimafia) e ne scrivono pochi autori come se lì dentro non ci fosse lo sviluppo della storia recente di questo Paese e i moventi politici degli ultimi 30 anni.

Paolo Borsellino | Una strage di mafia e di stato

Tira uno strano vento per cui ci basta riconoscere l’operato di Borsellino per preservarne la memoria senza volere andare a fondo sulle questioni vitali di un omicidio che è di mafia ma anche di pezzi di Stato (e questo si può dire, semplicemente ascoltando le testimonianze e i collegamenti che sono emersi dal processo sulla trattativa).

Sono anni che i familiari del giudice chiedono verità e giustizia. Una volta anche il Movimento 5 Stelle era sulle barricate (ve li ricordate?). E oggi la questione Borsellino sembra essere finita fuori dalla luce dei riflettori. La verità, vi prego, su Paolo Borsellino.

Il problema non è il cantante che ha insultato Falcone e Borsellino in Rai ma siamo noi, un Paese senza memoria
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Quirinale, il passo indietro di Berlusconi: “Draghi resti al governo fino a fine legislatura”
Cronaca / Far west a Taranto, sospettato apre il fuoco contro una volante in pieno centro: due agenti feriti | VIDEO
Cronaca / Udine, 18enne morto durante l’alternanza scuola-lavoro: la procura apre un fascicolo per omicidio colposo
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Quirinale, il passo indietro di Berlusconi: “Draghi resti al governo fino a fine legislatura”
Cronaca / Far west a Taranto, sospettato apre il fuoco contro una volante in pieno centro: due agenti feriti | VIDEO
Cronaca / Udine, 18enne morto durante l’alternanza scuola-lavoro: la procura apre un fascicolo per omicidio colposo
Cronaca / Covid, oggi 171.263 casi e 333 morti: il tasso di positività sale al 16,4%
Cronaca / Strage sul lavoro: dopo la morte dello studente di 18 anni a Udine, altre due vittime a Pomezia e nel torinese
Cronaca / Lo scrittore Alessandro Baricco in ospedale: "Ho una leucemia"
Cronaca / Dichiarata morta dalla Asl, i parenti scoprono che è viva mentre le organizzano il funerale
Cronaca / Covid, preside vieta la merenda a scuola per i troppi contagi
Cronaca / Quirinale, l'annuncio di Rocco Siffredi: "Mi candido a presidente della Repubblica"
Cronaca / Covid, oggi 179.106 casi e 373 morti: tasso di positività al 16%