Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:57
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Migranti, la Open Arms con a bordo 363 persone potrà sbarcare a Pozzallo

Immagine di copertina
Open Arms Credit: Twitter

Dopo cinque giorni di attesa, il Viminale ha accolto la richiesta della nave che era bloccata al largo della Sicilia

Open Arms potrà sbarcare a Pozzallo con a bordo 363 persone

Il Ministero dell’Interno ha assegnato oggi, domenica 2 febbraio, il porto di Pozzallo ad Open Arms, la nave della Ong spagnola che ha a bordo 363 migranti salvati in 5 interventi di soccorso nei giorni scorsi al largo della Libia.

Il via libera per lo sbarco delle persone è arrivato dopo l’attivazione del meccanismo europeo di ripartizione dei migranti, come previsto dal preaccordo di Malta. Lo sbarco dei migranti è previsto entro le 8.30 di lunedì mattina.

Il commento di Salvini

Non si è fatto attendere il commento del leader della Lega, Matteo Salvini, che su Facebook ha scritto: “Altri 400 presunti profughi a Pozzallo”. E posta un video in diretta dal porto siciliano.

Nuova richiesta di processo

Ieri, 1 febbraio, Matteo Salvini aveva annunciato: “Mi è arrivata un’altra richiesta di processo perché ad agosto ho bloccato lo sbarco di clandestini dalla nave di una Ong spagnola, la Open Arms. Ormai le provano tutte per fermare me e impaurire voi: vi prometto che non mollo e non mollerò, mai”.

Il leader della Lega era indagato dallo scorso agosto per il caso Open Arms dalla procura di Agrigento. Sulla nave c’erano due soli bagni alla turca per 164 persone che erano state salvate in zona Sar libica e costretti in condizioni estreme. Qualcuno si gettò in mare nel disperato tentativo di raggiungere la terraferma. Il 20 agosto poi il procuratore di Agrigento intervenne ordinando il sequestro della nave e lo sbarco dei migranti.

Leggi anche:

Caso Open Arms, nuova richiesta di processo per Salvini per sequestro di persona

“Il mio viaggio di Natale insieme ai 300 migranti della Open Arms: scabbia, gelo e un neonato di 2 chili senza latte”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / 3.377 nuovi casi e 67 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1%
Cronaca / Papa Francesco: “Alcuni mi volevano morto, preparavano il conclave”
Cronaca / “Il Green pass rende liberi”, preside di Ferrara rievoca Auschwitz: sospeso dal servizio
Ti potrebbe interessare
Cronaca / 3.377 nuovi casi e 67 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1%
Cronaca / Papa Francesco: “Alcuni mi volevano morto, preparavano il conclave”
Cronaca / “Il Green pass rende liberi”, preside di Ferrara rievoca Auschwitz: sospeso dal servizio
Cronaca / Feltri difende Barbara Palombelli: “Sui femminicidi ha ragione”
Cronaca / Bambino di 4 anni caduto dal balcone a Napoli, il domestico: “L’ho lasciato cadere”
Cronaca / 2.407 nuovi casi e 44 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 2%
Cronaca / Frosinone, detenuto spara ad altri tre reclusi: “La pistola arrivata in carcere con un drone”
Cronaca / Vaccini, iniziata la somministrazione della terza dose per soggetti fragili e a rischio
Cronaca / L’Earth Technology Expo a Firenze dal 13 al 16 ottobre
Cronaca / Gkn, accolto il ricorso Fiom: il giudice blocca i licenziamenti per 422 dipendenti