Covid ultime 24h
casi +16.079
deceduti +136
tamponi +170.392
terapie intensive +66

Migranti, la Open Arms con a bordo 363 persone potrà sbarcare a Pozzallo

Dopo cinque giorni di attesa, il Viminale ha accolto la richiesta della nave che era bloccata al largo della Sicilia

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 2 Feb. 2020 alle 10:07
171
Immagine di copertina
Open Arms Credit: Twitter

Open Arms potrà sbarcare a Pozzallo con a bordo 363 persone

Il Ministero dell’Interno ha assegnato oggi, domenica 2 febbraio, il porto di Pozzallo ad Open Arms, la nave della Ong spagnola che ha a bordo 363 migranti salvati in 5 interventi di soccorso nei giorni scorsi al largo della Libia.

Il via libera per lo sbarco delle persone è arrivato dopo l’attivazione del meccanismo europeo di ripartizione dei migranti, come previsto dal preaccordo di Malta. Lo sbarco dei migranti è previsto entro le 8.30 di lunedì mattina.

Il commento di Salvini

Non si è fatto attendere il commento del leader della Lega, Matteo Salvini, che su Facebook ha scritto: “Altri 400 presunti profughi a Pozzallo”. E posta un video in diretta dal porto siciliano.

Nuova richiesta di processo

Ieri, 1 febbraio, Matteo Salvini aveva annunciato: “Mi è arrivata un’altra richiesta di processo perché ad agosto ho bloccato lo sbarco di clandestini dalla nave di una Ong spagnola, la Open Arms. Ormai le provano tutte per fermare me e impaurire voi: vi prometto che non mollo e non mollerò, mai”.

Il leader della Lega era indagato dallo scorso agosto per il caso Open Arms dalla procura di Agrigento. Sulla nave c’erano due soli bagni alla turca per 164 persone che erano state salvate in zona Sar libica e costretti in condizioni estreme. Qualcuno si gettò in mare nel disperato tentativo di raggiungere la terraferma. Il 20 agosto poi il procuratore di Agrigento intervenne ordinando il sequestro della nave e lo sbarco dei migranti.

Leggi anche:

Caso Open Arms, nuova richiesta di processo per Salvini per sequestro di persona

“Il mio viaggio di Natale insieme ai 300 migranti della Open Arms: scabbia, gelo e un neonato di 2 chili senza latte”

171
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.