Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:48
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Napoli, le offrono 280 euro al mese per dieci ore al giorno: “Voi giovani non avete voglia di lavorare”

Immagine di copertina

“Voi ragazzi non avete voglia di lavorare”, una frase che purtroppo molti giovani si sentono dire spesso, soprattutto durante il periodo estivo, quando si è in cerca di lavoratori stagionali. Bisogna però vedere cosa c’è dietro queste offerte di lavoro. Talvolta, infatti, sono a dir poco indecorose, come capitato a Francesca Sebastiani, napoletana di 22 anni. La ragazza però ha deciso di non rimanere in silenzio, e ha denunciato la brutta esperienza sui social, mostrando la sua risposta a tono a un datore di lavoro troppo furbo che proponeva 280 euro al mese per un lavoro di 10 ore al giorno. “Salve buonasera, ho visto che cercate nuovo personale”, ha scritto la ragazza su Facebook, rispondendo ad un annuncio.

Con educazione, Francesca chiede ulteriori dettagli sulla proposta, che riguarda un impego da commessa a Secondigliano, periferia nord di Napoli. E così il datore spiega: “Da lunedì a venerdì 9-13.30. Il negozio apre alle 16, però alle 15-15.30 apriamo per le pulizie. Chiudiamo alle 20.30 a volte 21 Il sabato 9-20-30 orario continuato, se c’è molta gente chiudiamo alle 21”. A quel punto Francesca chiede informazioni sullo stipendio, ma la risposta la lascia senza parole: 70 euro a settimana (poco più di un euro all’ora), dunque 280 euro mensili per un lavoro di 10 ore al giorno.

La ragazza, sempre educatamente, ha rifiutato la proposta, ma a quel punto il datore le ha risposto con la fatidica frase sui giovani che non hanno voglia di lavorare. Francesca allora ha replicato a tono, spiegando che gli orari non erano compatibili con la retribuzione offerta, tanto più considerando che nel prefestivo la giornata lavorativa sarebbe stata di oltre 13 ore. “Siete voi che non ci fate lavorare, perché non avresti mai accettato per 70 euro a settimana. E ad un figlio non avresti mai detto di accettare. Penso di essere anche io una persona, posso vivere come gli altri?”. La ragazza ha raccontato il tutto su TikTok e il video è diventato virale.

@zkekka Rispondi a @peppeniello169 #greenscreen ♬ suono originale – Francesca Sebastiani

Molti altri giovani hanno commentato raccontando le loro esperienze negative. Il titolare del negozio non si è scomposto e ha ribattuto: “Il sabato abbiamo più clienti, volevi anche che gli orari fossero come nel resto della settimana?”. Nel video, pubblicato sui social, la 22enne ha spiegato di aver già lavorato come commessa in passato per 200 euro a settimana, “ma non questa miseria”.

Leggi anche: Flavio Briatore: “Pago 2mila euro netti ma non trovo personale, gli italiani non hanno voglia di lavorare”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Interventi contro i meridionali”, Vittorio Feltri andrà a processo per istigazione all’odio razziale
Cronaca / Violenta una 15enne e la costringe a prostituirsi: arrestato 64enne
Cronaca / Torino, gruppo di antagonisti assalta una Volante davanti alla questura. Mattarella esprime solidarietà agli agenti
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Interventi contro i meridionali”, Vittorio Feltri andrà a processo per istigazione all’odio razziale
Cronaca / Violenta una 15enne e la costringe a prostituirsi: arrestato 64enne
Cronaca / Torino, gruppo di antagonisti assalta una Volante davanti alla questura. Mattarella esprime solidarietà agli agenti
Cronaca / Minaccia di buttarsi da 17 metri, paura a Pescara: si negozia da 18 ore
Cronaca / Trenitalia, nuove regole sui bagagli e sul trasporto di passeggini, bici e strumenti musicali. Poi lo stop
Cronaca / Melissa Satta non ci sta e querela: “Basta, definita ‘sex addicted’ per la rottura con Berrettini”
Cronaca / Migranti, l’ong non si accordò con gli scafisti: chiesta l’archiviazione per il caso Iuventa
Cronaca / Il 4 novembre sarà la “Giornata dell’Unità nazionale e delle Forze armate”: via libera alla legge
Cronaca / Gruppo FS e il MAECI insieme per gli italiani nel mondo
Cronaca / “Lasciateci insegnare!”: la mobilitazione di Sinistra Universitaria