Cremona, una minorenne è stata molestata mentre era in fila per un selfie con Salvini

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 10 Giu. 2019 alle 11:49 Aggiornato il 11 Giu. 2019 alle 16:54
0
Immagine di copertina

Minorenne molestata comizio Salvini | Si è strusciato contro una ragazza 16enne che era in coda per farsi un selfie con il ministro Matteo Salvini, ed è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale. In manette è finito un uomo di 50 anni.

A fermarlo sono stati gli agenti della squadra mobile su disposizione del pm Milda Milli.

Il fatto e accaduto lunedì sera ai giardini pubblici di piazza Roma, subito dopo il comizio elettorale di Matteo Salvini. La minore era in coda per un selfie con il vicepremier.

L’uomo si è messo dietro di lei, l’ha bloccata per un braccio ed ha iniziato a strusciarsi sui glutei di lei. Per dieci minuti, la minore ha cercato di divincolarsi. La ragazza, incredula, ha protestato e si è divincolata con forza, riuscendo alla fine a sfuggire al suo aggressore. La minore è corsa via e quando ha incontrato una pattuglia della polizia, l’ha fermata, spiegando i fatti e indicando agli agenti l’uomo che l’aveva palpeggiata. Il 50enne non si era mosso dal suo posto.

Portato in Questura, è stato identificato e poi dichiarato in arresto per violenza sessuale. Ai poliziotti, l’uomo ha ammesso che quella non era la prima volta che si strusciava contro una giovane donna.

Nella stessa serata si sarebbe consumata un’altra violenza sulla quale gli inquirenti stanno ancora indagando.

Minorenne molestata comizio Salvini | VIDEO | Cremona, sostenitori di Salvini picchiano un ragazzo per uno striscione

Un ragazzo che era presente al comizio del vicepremier con lo striscione “ama il prossimo tuo” , sarebbe stato picchiato da alcuni sostenitori di Salvini, ai quali quel messaggio non era piaciuto.

I fan del leader del Carroccio in un primo momento gli hanno intimato al giovane di abbassare “quel cazzo di scritta”, “quel pezzo di carta igienica”. Poi hanno circondato il giovane che, a braccia alzate e in silenzio, reggeva in alto la scritta, e gli hanno tolto con forza la sciarpa dalle mani.

Il ragazzo non ha reagito, ha cercato di proteggersi dal pestaggio, raggomitolandosi per terra. Sono quindi intervenute le forze dell’ordine che hanno tratto in salvo il giovane. Il piccolo striscione è caduto per terra, ed è stato calpestato dai presenti.

Minorenne molestata comizio Salvini | “Dare del fascista a Salvini non è reato”: pm non convalida il sequestro degli striscioni anti Lega

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.