Covid ultime 24h
casi +8.561
deceduti +420
tamponi +143.116
terapie intensive +21

Crotone, migrante si stende in mezzo alla strada per farsi uccidere: una donna lo salva

Un episodio che poteva finire con una tragedia: il ragazzo 21 enne, originario della Nigeria, è stato soccorso da una donna

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 1 Ago. 2019 alle 13:01 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:24
0
Immagine di copertina
Credit: Crotone News/Bruno Palermo

Un migrante tenta suicidio sulla statale di Crotone

Lo scorso 25 luglio, un ragazzo di 21 anni, forse con problemi psichiatrici, si è sdraiato sull’asfalto bollente della Strada Statale 106 ionica, tra Crotone e Isola Capo Rizzuto, per porre fine alla sua vita.

A salvarlo è stata una donna che ha accostato la sua auto e ha prestato tempestivamente soccorso.

La vicenda è ripresa dal sito di Crotone News, in un articolo a firma di Bruno Palermo.

“Questa mattina Migrante J – riferisce il giornale – aveva deciso probabilmente di mettere fine alle sue sofferenze, ai tanti mostri che affollano la sua mente, passata per la Nigeria e per i campi-prigione della Libia. Nel caldo afoso che sta investendo la Calabria, Migrante J si è sdraiato sul nero asfalto della Strada Statale 106 ionica, tra Crotone e Isola Capo Rizzuto, a pochi metri di distanza dall’ingresso del campo di accoglienza per migranti, l’ex base militare dell’aeronatutica militare”.

>>In meno di 4 mesi dal decreto sicurezza abbiamo 40mila stranieri irregolari in più

Molti automobilisti sono passati e hanno schivato il corpo del giovane nigeriano, poi è arrivata la donna, probabilmente accompagnata da un’altra persona, che ha fermato l’auto e ha aiutato il giovane a rialzarsi.

Una foto di quel momento, presumibilmente scattata da un altro automobilista o da qualcuno che era in auto con la soccorritrice, è stata pubblicata dal sito di Crotone News.

“Abbiamo fatto un po’ di domande in giro – scrive il cronista di Crotone News – e ci hanno raccontato che il giovanissimo Migrante J ha problemi psichiatrici, che molto probabilmente sono il frutto di qualcosa che ha subito, visto e passato sulla propria pelle”.

Questa storia ha un lieto fine, ma non è sempre così.

Nella provincia di Avellino, a Capriglia Irpina, il 25 marzo 2019 un ragazzo di 23 anni proveniente dal Senegal si è tolto la vita impiccandosi ad un albero.

Il ragazzo era ospite di un centro di accoglienza della zona. A dare la notizia la stampa locale.

A ritrovare il corpo del giovane all’interno di un fondo agricolo è stato un passante, che ha subito allertato le forze dell’ordine. I soccorsi sono stati inutili.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.