Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:04
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Esplosione in un deposito di fuochi d’artificio in provincia di Messina: 5 morti e 2 feriti gravi

Immagine di copertina

Tragedia a Barcellona Pozzo di Gotto: ancora da chiarire le cause della detonazione

Messina: esplosione in un deposito di fuochi d’artificio, 5 morti

Un’esplosione si è verificata in un deposito di fuochi d’artificio a Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina, provocando la morte di 5 persone e il ferimento di altre 2, trasportate in ospedale in gravi condizioni.

A perdere la vita quattro operai e la moglie del titolare della fabbrica Vito Costa, Venera Mazzeo, 71 anni.  Tra i feriti c’è il figlio della donna, Bartolomeo Costa, di 37 anni.

Secondo una prima ricostruzione al momento dell’esplosione all’interno dell’azienda erano al lavoro anche alcuni operai di una ditta esterna, impegnati a montare alcune porte in ferro.

Sarebbero state le scintille provocate da una saldatrice a provocare l’esplosione: a dichiararlo è stato il capitano dei carabinieri di Barcellona Pozzo di Gotto Giancarmine Carusone.

Diversi gli amici e i parenti della famiglia Costa accorsi sul luogo della deflagrazione.

L’incidente è avvenuto in località Femmina Morta per motivi ancora da chiarire. Intanto, la procura ha aperto un’inchiesta per strage colposa.

Sul posto sono presenti diverse squadre di pompieri, impegnate a domare le fiamme che sono divampate nello stabile subito dopo la deflagrazione.

Esplosione in un deposito di fuochi d’artificio: le reazioni

Roberto Materia, sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto, ha parlato di “una tragedia enorme per la nostra comunità, sono persone che conoscevo e grandi lavoratori”.

“La famiglia Costa – prosegue Materia – diverse volte ha partecipato alla vita cittadina organizzando feste con fuochi d’artificio per il Comune o per le parrocchie. La loro era una fabbrica molto conosciuta in città. Gli inquirenti stanno indagando, e forze dell’ordine e i vigili del fuoco stanno cercando di capire bene chi sono e quante sono le vittime, ancora ci sono notizie molto frammentarie”.

Gianfranco Miccichè, presidente dell’Assemblea regionale siciliana, invece, in una nota ha espresso il cordoglio per le vittime dell’esplosione avvenuta in provincia di Messina. “Un ringraziamento ai vigili del fuoco e alle forze dell’ordine che stanno operando sul luogo dell’incidente alla ricerca di eventuali feriti e per ricostruire la dinamica dello scoppio”.

Leggi anche:
Il dramma della famiglia Costa: la moglie del titolare tra le vittime dell’esplosione, il figlio lotta per la vita
Esplosione a Barcellona Pozzo di Gotto (Messina): il video dei Vigili del fuoco
Le notizie di cronaca di TPI
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 17.030 casi e 74 morti: tasso di positività al 2,9%
Cronaca / Lo spot sul Parmigiano Reggiano fa arrabbiare il web: “Sfruttamento del lavoro”. L’azienda: “Lo cambieremo”
Cronaca / Covid: Bolzano in zona gialla da lunedì, cinque regioni a rischio entro Natale
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 17.030 casi e 74 morti: tasso di positività al 2,9%
Cronaca / Lo spot sul Parmigiano Reggiano fa arrabbiare il web: “Sfruttamento del lavoro”. L’azienda: “Lo cambieremo”
Cronaca / Covid: Bolzano in zona gialla da lunedì, cinque regioni a rischio entro Natale
Cronaca / “Noi studenti schiavi della lode”
Cronaca / “La biblioteca che batte l’algoritmo”: intervista a Maranesi, il rettore più giovane d’Italia
Cronaca / Militante della Lega arrestata per traffico di droga: sequestrati 450 chili di hashish
Cronaca / Le università sono diventate delle palestre di sfruttamento
Cronaca / La guerra quotidiana nelle scuole di periferia
Cronaca / Controlli dei Nas in tutta Italia, 281 sanitari lavoravano senza vaccino. Sospesi
Cronaca / “Se non ti laurei sei un fallito”: ritratto di una generazione schiacciata dal successo a ogni costo