Forlì, gli oppositori di Salvini a TPI: “Ci impediscono di manifestare, ci strappano gli striscioni”

Di Laura Melissari
Pubblicato il 4 Giu. 2019 alle 22:11 Aggiornato il 5 Giu. 2019 alle 08:02
6
Immagine di copertina

Manifestanti bloccati comizio Salvini Forlì | A Forlì è in corso una manifestazione contro Matteo Salvini, in città per un comizio a sostegno del candidato sindaco Gianluca Zattini. Gli oppositori del leader leghista sono stati bloccati da una ventina di poliziotti in tenuta antisommossa a corso della Repubblica.

I poliziotti hanno strappato i cartelloni dei manifestanti che volevano entrare nella piazza dove si sta svolgendo il comizio. Alcuni oppositori sono stati schedati. “Non volevano farmi passare, pur non avendo cartelli, solo perché dopo aver attraversato la piazza mi sono avvicinata alla via della manifestazione. Mi hanno schedata”, spiega a TPI Anna, una delle manifestanti.

“Hanno messo la musica altissima per coprire la nostra voce. Ci sono persino fascisti in divisa  in piazza. Uno di loro è venuto a farci il saluto romano”, spiega ancora la manifestante.

“Qui cantiamo Bella ciao, nessuno di noi è armato, abbiamo solo striscioni. In piazza c’è di tutto, soprattutto stand della Lega che vengono gadget”, continua.

“Un poliziotto mi ha bloccata. Gli ho risposto che potevo andare dove volevo perché non ero armata e non avevo neanche striscioni. Poi gli ho detto che eravamo in democrazia e lui mi ha risposto: ‘No al momento no'”.

Anche due giornalisti che si trovavano tra i manifestanti e la linea dei poliziotti sono stati fermati.

I quattro ingressi di piazza Aurelio Saffi sono stati bloccati.

Matteo Salvini si trova a Forlì per sostenere il candidato leghista. Qui il suo comizio:

Leggi anche: San Giuseppe Vesuviano, gli oppositori di Salvini denunciano a TPI: “Ci hanno allontanati dal comizio, senza neanche dirci perché”

6
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.