Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Manduria, la baby gang in stile “Arancia Meccanica”: i video dei raid contro i disabili del paese

 

 

“Una storia agghiacciante”. Così l’ha definita il procuratore di Taranto, Carlo Maria Capristo. Dopo gli arresti del 30 aprile, ieri, mercoledì 26 giugno, altri nove ragazzi, di cui otto minori tra i 15 e i 17 anni, sono stati arrestati a Manduria con l’accusa di aver torturato due disabili del paese.

Una seconda baby gang, che tormentava i due, picchiandoli anche in modo violento: come mostrano le foto e i video recuperati dalle forze dell’ordine, i giovani agivano con i volti camuffati con maschere e passamontagna e facevano irruzione nelle case dei due, sfondando la porta.

Una delle due vittime delle aggressioni, Antonio Cosimo Stano, 65 anni, è morto il 23 aprile scorso, alcuni giorni dopo l’ennesimo pestaggio. Alcuni giorni dopo erano stati arrestati otto ragazzi, di cui sei minori (a cui però non viene contestato l’omicidio preterintenzionale).

Ora emergono nuovi particolari: in paese era attiva una seconda baby gang. I nove arrestati ieri sono accusati di tortura, lesioni, danneggiamento e violazione di domicilio aggravati.

Oltre a Stano, a fare le spese delle aggressioni era un 53enne disabile, anche lui residente a Manduria. In particolare, ai ragazzi viene contestato un episodio del primo aprile.

La Polizia ha diffuso un video agghiacciante che mostra l’assalto  alla casa di Stano in stile Arancia meccanica” e una foto di gruppo, estrapolata da una chat di Whatsapp, davanti alla casa del 65enne.

Manduria baby gang

Nella chat sono stati trovati anche messaggi come “…Cè carnevali …lu pacciu è impacciuto lu triplu” (che carnevale, il pazzo è impazzito il triplo). Dall’ascolto di altre testimonianze sono emersi altri violenti assalti alla casa di Stano e scene di sopraffazione e violenza, il tutto al solo scopo di procurarsi materiale da far girare su Whatsapp per quello che viene definito dal Gip che ha emesso le misure cautelari un “malvagio divertimento”.

“Con amarezza commentiamo il secondo atto di una storia agghiacciante”, ha osservato il procuratore Capristo, “perché attraverso un’attenta e scrupolosa verifica tecnica sui telefonini immediatamente sequestrati dalla Polizia agli inizi di questa indagine, siamo riusciti a individuare addirittura un secondo gruppo di minorenni che aveva questo amarissimo, disgustoso atteggiamento nei confronti di persone con minorata difesa”.

“Ci vuole però un’azione sinergica”, ha aggiunto il magistrato. “Mi rivolgo alle istituzioni ufficiali, ma anche alle scuole, ai servizi sociali e soprattutto alla famiglia”.

Manduria, parla la madre di uno dei ragazzini della baby gang: “Non ha capito quello che faceva”

Manduria, la baby gang ride mentre Stano chiede aiuto: l’inquietante video della polizia

Manduria, Antonio Stano avvisò la polizia un mese prima: “Vittima dei bulli”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 29.875 casi e 95 morti: il bollettino del 24 maggio 2022
Cronaca / L’ex giudice Carnevale: “Falcone non era il più importante pm antimafia, esaltato oltre i suoi meriti”
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, l’Ecdc: "Rischio che diventi endemico in Europa"
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 29.875 casi e 95 morti: il bollettino del 24 maggio 2022
Cronaca / L’ex giudice Carnevale: “Falcone non era il più importante pm antimafia, esaltato oltre i suoi meriti”
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, l’Ecdc: "Rischio che diventi endemico in Europa"
Cronaca / Roma, venditore di rose dà fuoco ai capelli di una ragazza: “Era deluso dalle poche vendite”
Cronaca / La giocatrice di basket difende il suo allenatore: “Non c’è stato nessuno schiaffo, avevo sbagliato un tiro”
Cronaca / Strage di Capaci, perquisizioni della Dia nella redazione di Report e a casa dell’inviato Mondani
Cronaca / Basket, allenatore dà uno schiaffo a una giocatrice 17enne per un canestro sbagliato: “Mi scuso, volevo spronarla”
Cronaca / Roma, maltratta la fidanzata e la costringe a tatuarsi il suo nome sul viso
Cronaca / Ferrero torna in libertà: “Questi sei mesi sono stati tremendi”
Cronaca / Malore in volo durante le riprese di un film: pilota atterra, ma muore poco dopo. Salvo il passeggero