Me
HomeCronaca

L’Italia nella morsa del maltempo: black out in Alto Adige, Roma allagata e gravi danni in Puglia

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 16 Nov. 2019 alle 14:45 Aggiornato il 16 Nov. 2019 alle 14:51
Immagine di copertina

Maltempo oggi 16 novembre 2019: danni in tutta Italia, black out in Alto Adige

Non si arresta l’ondata di maltempo che ha colpito l’Italia con pesanti danni e disagi che si sono verificati in quasi tutta la Penisola: ecco la situazione oggi, sabato 16 novembre. Da nord a sud, l’Italia è completamente caduta nella morsa di violente piogge e vento.

Maltempo Italia: a Venezia si attende nuova alta marea

Venezia è una delle città maggiormente colpite dal maltempo che si è abbattuto in Italia. Nella serata di martedì 12 novembre, infatti, l’acqua alta ha raggiunto il livello record di 187 centimetri: non accadeva dal 1966. La mareggiata ha provocato ingenti danni, tanto che il sindaco Luigi Brugnaro ha già affermato che chiederà lo stato di calamità.

Acqua alta a Venezia, l’emergenza continua: nuova mareggiata in arrivo, previsti 150 centimetri

La città è stata letteralmente messa in ginocchio dalla mareggiata, che ha provocato anche 2 vittime sull’isole di Pellestrina.

Maltempo Italia: black out per 60.000 utenze in Alto Adige

Sono oltre 60.000 le utenze colpite dal blackout causato dal maltempo in Alto Adige, soprattutto nella zona di Brunico e della val Pusteria. Lo ha detto il capo della protezione civile altoatesina, Rudolf Polliger, alla Rai di Bolzano. La caduta di alberi carichi di
neve causa anche grossi problemi alla viabilità. 70 strade, che collegano i paesi con le vie principali risultano interrotte.

Anche la linea ferroviaria del Brennero è bloccata a Bolzano dopo una frana di piccole dimensioni. Pollinger ritiene che la
linea potrà essere riaperta entro domani mattina.

Il Trentino sarà investito dal maltempo anche nel fine settimana. Nevicate sono attese nella notte e soprattutto nella serata di sabato. Le condizioni più critiche si registrano in val di Fassa e in Alta val di Non, dove la neve e, soprattutto, il pericolo dello schianto di alberi ha messo in crisi la circolazione sulla viabilità ordinaria e la rete elettrica. Non si registrano condizioni di pericolo per la popolazione anche se la Protezione Civile è allertata sull’intero territorio provinciale.

Sotto controllo i corsi d’acqua (a Borgo si monitora il fiume Brenta nel centro storico). La situazione più critica si registra in alta montagna: sopra i due mila metri si sono accumulati nell’ultima settimana oltre 2 metri di neve. Qui il pericolo valanghe è di grado 4 su una scala di 5. Nella serata di venerdì un albero è caduto sulla strada statale nel tratto tra Dermulo e Sanzeno, investendo un’auto e ferendo un passeggero.

La Protezione Civile invita ad utilizzare il numero unico 112 per le sole chiamate di emergenza, mentre per informazioni sulla viabilità gli utenti possono rivolgersi a Viaggiare in Trentino (numero verde 800 99 4411).

Maltempo Italia: piogge intense, allerta rossa nel ferrarese

Piogge intense sono previste nelle prossime ore in Emilia-Romagna, in particolare nella pianura emiliana orientale e nella costa ferrarese: per queste zone la Protezione Civile e Arpal hanno attivato un’allerta di codice rosso, dalle 12.30 fino alla mezzanotte del 18 novembre.

Allerta arancione, sempre per “criticità idraulica”, nel resto della regione con l’eccezione della parte occidentale per cui l’allerta è gialla.

Associate alle precipitazioni sono previste nevicate che interesseranno i rilievi appenninici centro-occidentali, con una quota neve stimata che temporaneamente può scendere fino a 300-500 metri. Dalle prime ore del 17 novembre è previsto un rapido innalzamento dello zero termico, ad iniziare dal settore centrale appenninico.

Maltempo Italia: massima allerta anche in Liguria

Continua la lunga fase instabile che, pur con qualche pausa, da circa un mese interessa la Liguria. Dopo le piogge e i temporali delle scorse ore sono attese nuove precipitazioni, anche nevose nelle zone interne, dalla serata di oggi fino alla mattinata di domani, domenica 17 novembre.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

L’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente ligure (Arpal) ha così emanato una allerta gialla per piogge diffuse dalla mezzanotte di oggi alle 15 di domani sui bacini grandi del Levante regionale e per neve nell’entroterra dalle 2 alle 12 di domani.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Maltempo Italia: a Roma alberi e rami caduti, 100 interventi pompieri

Alberi e rami caduti, tegole pericolanti e infiltrazioni d’acqua. Sono circa 100 gli interventi effettuati nella notte dai vigili del fuoco a Roma e provincia per le  avverse condizioni meteo. Di questi l’80 per cento per caduta alberi, rami pericolanti, tegole, caduta di
pali pubblici e infiltrazioni d’acqua. Al momento ci sono circa 50 richieste da evadere.

Acqua alta a Venezia: le impressionanti immagini della mareggiata record | FOTO | VIDEO

Maltempo Italia: in Campania prorogata allerta meteo fino a domani sera

La Protezione civile della Campania ha prorogato l’avviso di criticità meteo attualmente in vigore con scadenza alle 20 di stasera, fino alla stessa ora di domani, estendendo la criticità Gialla per rischio idrogeologico localizzato a tutta la regione. Si prevedono, infatti, precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o locale temporale, localmente anche intense. A questo quadro sono
associati ancora venti forti da Sud-est, soprattutto lungo la fascia costiera, con conseguente mare agitato e mareggiate lungo
le coste esposte.

A Napoli ci sono stati nella notte e nelle prime ore della mattina forti precipitazioni che hanno provocato disagi e allagamenti. In particolare problemi si sono registrati, tra le altre zone, nell’area dei Colli Aminei e al Borgo Vergini al Rione Sanità (“un vero fiume d’acqua tra le strade” hanno raccontato i residenti) e ciò anche per le cattive condizioni del sistema di raccolta delle acque.

Problemi anche in alcuni quartieri di Pozzuoli. Il dettaglio dei fenomeni evidenzia venti forti e piogge moderate per tutta la giornata di oggi e fino alla mattina di domenica quando si avrà una diminuzione della forza dei venti e del moto ondoso e un contemporaneo graduale incremento delle precipitazioni che acquisiranno carattere di temporale, localmente anche intenso.

Maltempo Italia: in Puglia i danni ammontano a 6 mln di euro

Ammontano a circa 6 milioni di euro i danni causati dall’eccezionale ondata di maltempo che si è abbattuta martedi e mercoledì scorsi a Porto Cesareo, sulla costa leccese colpita da due trombe d’aria in 24 ore, mare in burrasca e venti che hanno superato i 70 km orari.

La stima dei danni è stata fatta in una riunione tecnica in Comune a cui hanno partecipato amministratori, vigili urbani, Ufficio tecnico e Coc-Protezione civile. Dai primi sopralluoghi, sono emersi danni importanti come il basolato del lungomare tutto da rifare, compreso il muretto a secco vicino al molo; al ponte che collega la terraferma all’Hotel Lo Scoglio nella marina di Torre Lapillo; i muretti di cinta della torre sono stati divelti e l’impianto elettrico spazzato via.

Acqua alta a Venezia, l’emergenza continua: nuova mareggiata in arrivo, previsti 150 centimetri