Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 13:01
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Dopo 28 anni di coma, una madre si risveglia sentendo la voce del figlio

Immagine di copertina
Si risveglia dal coma dopo 28 anni sentendo la voce del figlio

Da più di 27 anni, Munira Abdulla si trovava in uno stato di coma vegetativo. Nel 1991, la donna allora 32enne fece scudo con il suo corpo al figlio, Omar, durante un incidente d’auto.

Grazie alla protezione della madre il bambino si salvò, ma da quel momento, per 28 anni, Munira è rimasta sdraiata nel lettino di un ospedale: una grave emorragia cerebrale le aveva causato uno stato di coma da cui non sembrava destinata a uscire. Fra vari trasferimenti di ospedale in ospedale, da Londra alla Germania,  il responso dei medici era sempre lo stesso: “Munira è in grado di sentire dolore ma non di reagire”.

Una mamma investe il figlio di 9 anni perché si rifiuta di andare a scuola: danni cerebrali permanenti

Ma nell’aprile 2019, nella clinica di Bad Aibling (Germania), Munira si è svegliata. Suo figlio, accanto a lei, discuteva con il personale dell’ospedale.

“Sognavo questo momento da anni. Sono sempre stato convinto che sarebbe tornata indietro da quel tunnel”, ha detto Omar, che non si è mai arreso di fronte all’evidenza ed è riuscito addirittura ad ottenere l’aiuto del principice ereditario di Abu Dhabi, lo sceicco Mohamed bin Zayed al-Nahyan, che ha pagato le spese per il trasferimento di Munira nella clinica tedesca in cui si trovava al momento del risveglio.

La bufala dell’uomo che ha ricevuto il reddito di cittadinanza anche se fa l’imprenditore

Oggi, Munira è sveglia e cosciente, ma la strada è ancora lunga: malgrado possa comunicare con la sua famiglia, pare che la riabilitazione non la condurrà mai ad avere la vita di un tempo. Tuttavia oggi può, dopo quasi trent’anni di buio ininterrotto, riabbracciare suo figlio.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Sui binari con le cuffiette, ragazza di 16 anni uccisa dal treno
Cronaca / Open Arms, Richard Gere sarà fra i testimoni nel processo a Salvini. Seduta rinviata al 17 dicembre
Cronaca / No green pass, ancora proteste a Roma: oggi due cortei non autorizzati. Nuovo presidio a Trieste
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Sui binari con le cuffiette, ragazza di 16 anni uccisa dal treno
Cronaca / Open Arms, Richard Gere sarà fra i testimoni nel processo a Salvini. Seduta rinviata al 17 dicembre
Cronaca / No green pass, ancora proteste a Roma: oggi due cortei non autorizzati. Nuovo presidio a Trieste
Cronaca / ESCLUSIVO - Gaia Padovani, primo medico non vedente in Italia: "Mi sto specializzando ma ora vogliono impedirmelo"
Cronaca / Covid, oggi 3.882 casi e 39 morti: tasso di positività allo 0,8%
Cronaca / Camilla è “morta per reazioni al vaccino AstraZeneca”, le conclusioni del medico legale
Cronaca / “Criminale senza scrupoli”: la garante dei detenuti di Ivrea paragona Draghi a Cesare Battisti
Cronaca / Green pass per lavorare: perché in Italia si e all’estero no
Cronaca / Processo Ruby ter, Berlusconi assolto a Siena
Cronaca / Covid, oggi 3.794 casi e 36 morti: tasso di positività allo 0,7%