Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:25
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Dopo 28 anni di coma, una madre si risveglia sentendo la voce del figlio

Immagine di copertina
Si risveglia dal coma dopo 28 anni sentendo la voce del figlio

Da più di 27 anni, Munira Abdulla si trovava in uno stato di coma vegetativo. Nel 1991, la donna allora 32enne fece scudo con il suo corpo al figlio, Omar, durante un incidente d’auto.

Grazie alla protezione della madre il bambino si salvò, ma da quel momento, per 28 anni, Munira è rimasta sdraiata nel lettino di un ospedale: una grave emorragia cerebrale le aveva causato uno stato di coma da cui non sembrava destinata a uscire. Fra vari trasferimenti di ospedale in ospedale, da Londra alla Germania,  il responso dei medici era sempre lo stesso: “Munira è in grado di sentire dolore ma non di reagire”.

Una mamma investe il figlio di 9 anni perché si rifiuta di andare a scuola: danni cerebrali permanenti

Ma nell’aprile 2019, nella clinica di Bad Aibling (Germania), Munira si è svegliata. Suo figlio, accanto a lei, discuteva con il personale dell’ospedale.

“Sognavo questo momento da anni. Sono sempre stato convinto che sarebbe tornata indietro da quel tunnel”, ha detto Omar, che non si è mai arreso di fronte all’evidenza ed è riuscito addirittura ad ottenere l’aiuto del principice ereditario di Abu Dhabi, lo sceicco Mohamed bin Zayed al-Nahyan, che ha pagato le spese per il trasferimento di Munira nella clinica tedesca in cui si trovava al momento del risveglio.

La bufala dell’uomo che ha ricevuto il reddito di cittadinanza anche se fa l’imprenditore

Oggi, Munira è sveglia e cosciente, ma la strada è ancora lunga: malgrado possa comunicare con la sua famiglia, pare che la riabilitazione non la condurrà mai ad avere la vita di un tempo. Tuttavia oggi può, dopo quasi trent’anni di buio ininterrotto, riabbracciare suo figlio.

 

 

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Ferrovie dello Stato, Donnarumma: “Siamo di fronte a sfide importanti per i servizi ai passeggeri”
Cronaca / Meteo, caldo insopportabile sull’Italia: sarà il weekend più torrido dell’anno
Cronaca / Meteo, Italia divisa in due: temporali al Nord, caldo estremo sul resto della Penisola
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Ferrovie dello Stato, Donnarumma: “Siamo di fronte a sfide importanti per i servizi ai passeggeri”
Cronaca / Meteo, caldo insopportabile sull’Italia: sarà il weekend più torrido dell’anno
Cronaca / Meteo, Italia divisa in due: temporali al Nord, caldo estremo sul resto della Penisola
Cronaca / Ecco il nascondiglio di Giacomo Bozzoli
Cronaca / Nascosto nel cassettone, l'arresto e le lacrime: così è stato trovato Giacomo Bozzoli
Cronaca / Giacomo Bozzoli è stato arrestato: si trovava nella sua villa di Soiano
Cronaca / Meteo, l'anticiclone africano non dà tregua
Cronaca / È uscito il nuovo numero di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Morto a soli 33 anni lo chef Marco Girotto: stroncato da un attacco d’asma mentre era al lavoro
Cronaca / Influencer nel mirino dell'Antitrust: i nomi dei creator coinvolti