Me

La Regione Lazio pianterà 6 milioni di alberi: compenseranno 240 mila tonnellate di anidride carbonica

Il progetto si chiama "ossigeno" e partirà il 21 novembre, fino al 2022

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 18 Ott. 2019 alle 13:52 Aggiornato il 18 Ott. 2019 alle 15:01
Immagine di copertina
credits: Marco Pomella - Pixabay

In Lazio verranno piantati 6 milioni di alberi

La Regione Lazio pianterà sei milioni di alberi, uno per ogni cittadino. Il progetto si chiama “ossigeno” e prevede un investimento di 12 milioni di euro fino al 2022, a partire dal prossimo 21 novembre.

Il progetto “ossigeno” è stato presentato questa mattina, 18 ottobre, dal governatore della Regione Lazio e leader del Partito Democratico Nicola Zingaretti. L’evento ha avuto luogo all’istituto agrario Domizia Lucilla a Monte Ciocci a Roma.

L’obiettivo del progetto è quello di compensare con l’ossigeno prodotto dagli alberi 240 mila tonnellate annue di anidride carbonica. Inoltre, l’iniziativa avrà anche lo scopo di incoraggiare comuni laziali, grandi aziende e associazioni a piantare direttamente gli alberi. In questo caso, la Regione avrebbe il compito di fornire tutta l’assistenza necessaria sia per la scelta delle piante, sia per il luogo più adatto in cui eseguire la piantumazione.

Lo stesso Nicola Zingaretti ha piantato il primo albero: si tratta di un leccio, proprio nel cortile della scuola. “Chiamiamolo Nicola”, ha scherzato.

Al momento sono già pronti 30 mila alberi e arbusti messi a disposizione dal vivaio del parco regionale dei monti Aurunci. A partire dal 21 novembre, le piante verranno piantate in parchi regionali, giardini di ospedali, scuole, luoghi pubblici, riserve naturali.

A effettuare la piantumazione sarà il personale delle Aree protette del Lazio e dalle associazioni della Protezione Civile. Tecnici, agronomi e forestali della regione Lazio invece si occuperanno del coordinamento dei lavori.

L’Etiopia ha piantato più di 350 milioni di alberi in un giorno: è record