Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 18:28
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Il premio Nobel per l’Economia va a David Card e Joshua Angrist e Guido Imbens

Immagine di copertina

Il premio Nobel per l’Economia va a David Card e Joshua Angrist e Guido Imbens

Il premio Nobel per l’Economia è stato assegnato al canadese David Card e alla coppia Joshua Angrist e Guido Imbens “per aver completamente rimodellato il lavoro empirico nelle scienze sociali”. Metà del premio è stata assegnata allo statunitense Angrist e all’olandese Imbens e metà a Card, noto per gli studi empirici con cui ha dimostrato che un aumento del salario minimo non riduce le assunzioni e che l’arrivo di immigrati non incide sugli stipendi per i lavoratori nativi. Angrist e Imbens hanno invece ricevuto il premio per i loro contributo in ambito metodologico, relativi alla determinazione di relazioni di causa ed effetto anche quando non è possibile ricorrere a metodi scientifici rigorosi.

“Gli studi di Card sulle questioni fondamentali per la società e i contributi metodologici di Angrist e Imbens hanno dimostrato che gli esperimenti naturali sono una ricca fonte di conoscenza”, ha affermato Peter Fredriksson, presidente del Comitato per le scienze economiche. “La loro ricerca ha sostanzialmente migliorato la nostra capacità di rispondere a domande causali chiave, il che è stato di grande beneficio per la società”.

I vincitori riceveranno una medaglia d’oro e si divideranno un premio di 10 milioni di corone svedesi (1 milione di euro). Si tratta del sesto e ultimo premio Nobel assegnato quest’anno, che ha visto tra i premiati anche l’italiano Giorgio Parisi, il quale ha ricevuto il Nobel per la fisica martedì scorso assieme al giapponese Syukuro Manabe e al tedesco Klaus Hasselmann per i loro contributi allo studio del clima. Venerdì era stato assegnato il premio Nobel per la Pace 2021 ai giornalisti Maria Ressa e Dmitri Muratov, mentre il giorno precedente era stata la volta del Nobel per la Letteratura, andato allo scrittore tanzaniano Abdulrazak Gurnah per le sue opere sul lascito del colonialismo. Il Nobel per la Chimica è stato assegnato a Benjamin List e David MacMillan per aver sviluppato una nuova tecnica per costruire molecole, nota come”organocatalisi asimmetrica”, mentre quello per  per la medicina è andato agli americani David Julius e Ardem Patapoutian per le loro scoperte sui recettori che consentono di percepire tatto e temperatura.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 4.866 casi e 50 morti: tasso di positività allo 0,9%
Cronaca / È arrivato il numero 7 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Ddl Zan, Letta: “Prove generali per il Quirinale, Italia allineata a Polonia e Ungheria”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 4.866 casi e 50 morti: tasso di positività allo 0,9%
Cronaca / È arrivato il numero 7 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Ddl Zan, Letta: “Prove generali per il Quirinale, Italia allineata a Polonia e Ungheria”
Cronaca / Trieste, focolaio Covid tra i manifestanti no green pass: “È solo la punta dell’iceberg”
Cronaca / Maltempo in Sicilia e Calabria: il vero ciclone si formerà nella serata di oggi
Cronaca / Governo: “Vaccino J&J scade dopo due mesi”. Ma hanno tradotto male dall’inglese
Cronaca / Covid, oggi 4.598 casi e 50 morti: il bollettino del 27 ottobre 2021
Cronaca / Bassetti: "Favorevole al lockdown per i non vaccinati"
Cronaca / I voli di Ita Airways non possono atterrare quando c’è la nebbia
Cronaca / Cammina nudo in tangenziale: talento della pallanuoto causa incidente a Roma