Covid ultime 24h
casi +17.246
deceduti +522
tamponi +160.585
terapie intensive -22

“P*****a, affondiamo te con un sasso legato al collo”. Giorgia Meloni linciata sui social, ecco come risponde

Di Maria Elena Gottarelli
Pubblicato il 2 Lug. 2019 alle 13:20 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:29
0
Immagine di copertina
Giorgia Meloni, Twitter

Dopo Carola Rackete, violentemente offesa da alcuni militanti della Lega di Lampedusa durante il suo arresto, a essere vittima di insulti sessisti è Giorgia Meloni.

La leader di Fratelli d’Italia è stata presa di mira dagli haters sul web, che l’hanno aggredita verbalmente e senza pietà.  Fra auguri di morte e offese sessiste, i commenti si moltiplicano in un crescendo di meschinità.

Prima insulta Carola con frasi sessiste, poi le chiede scusa: “Ero ubriaco, ma non voto Lega, sono grillino”

“P****a fascista, ti devono sbranare i cani” ha scritto qualcuno. “Farai la fine del sorcio topo di fogna di Mussolini”, aggiunge qualcun altro.

“Affondiamo lei con un bel sasso legato al collo”. Ma anche: “Muori Giorgia. Hai rotto i c*****i con la tua demenza” e “Meglio che fai tanto yoga così pratichi a stare con la testa in giù”.

I deplorevoli commenti sono stati denunciati dalla stessa politica, che li ha pubblicati in un post su Twitter. Peccato che, nello stesso post, Meloni non si sia astenuta dal lanciarsi nella solita invettiva politica:

“Questi sono solo alcuni dei commenti che in questi giorni mi hanno rivolto sui social i vari sostenitori dell’accoglienza indiscriminata relativamente ai fatti della #SeaWatch3. Quelli che “restiamo umani” e “rispettiamo le donne”. Ecco il vero volto della Sinistra!”.

giorgia meloni insulti sessisti
Giorgia Meloni, Twitter

In questo modo, Giorgia Meloni dà l’impressione che ciò che le importa non sia tanto denunciare dei gravi episodi di inciviltà e sessismo quanto attribuirne la responsabilità al suo partito avversario. Un pretesto per fare un altro po’ di propaganda politica al ribasso.

Così, prevedibilmente, oltre ai commenti di solidarietà, la bacheca di Giorgia Meloni si è riempita di nuovi insulti, questa volta nei confronti dei cosiddetti “Antifascisti”. “Antifascisti cancro della società”, ha sbraitato qualcuno.

Oltre a Giorgia Meloni e Carola Rackete, sono state recentemente vittime di gravi commenti sessisti sui social anche la cantante Emma Marrone, che si è schierata a favore della capitana della Sea Watch 3 e Paola Turci che aveva difeso l’amica e collega insieme a Raffaella Mannoia.

Prima insulta Carola con frasi sessiste, poi le chiede scusa: “Ero ubriaco, ma non voto Lega, sono grillino”

Quest’ultima si è limitata a scrivere: “Avanti, scatenatevi pure. I vostri insulti sono medaglie”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.