“Willy? Era solo un immigrato”: la frase dei parenti dei killer fa infuriare Chiara Ferragni

Di Marco Nepi
Pubblicato il 8 Set. 2020 alle 18:18
482
Immagine di copertina

Anche Chiara Ferragni e Fedez commentano l’atroce omicidio di Willy Monteiro, il 21enne italo-capoverdiano che è stato ucciso nella notte tra sabato 5 e domenica 6 settembre.

“Dove finiremo?”, scrive Ferragni ripostando un commento del marito. Nell’immagine si polemizza sulla notizia emersa in queste ore, secondo cui alcuni familiari degli indagati avrebbero detto “In fin dei conti cos’hanno fatto? Niente. Hanno solo ucciso un immigrato”.

“Condoglianze alla famiglia”, scrive ancora Ferragni, “mi spiace che oltre alla sofferenza dobbiate subire anche queste cose”.

“Solo un immigrato”

I quattro indagati, più il quinto giovane di Velletri, sono stati portati in caserma a Colleferro nella notte tra il 5 e il 6 settembre. Li hanno raggiunti anche i loro genitori, così come i ragazzi di Paliano amici di Willy e gli altri testimoni. Proprio in caserma i genitori degli arrestati, secondo quanto riportato da Repubblica, hanno detto: “Cosa avranno mai fatto?! In fondo era solo un extracomunitario…”.

Anche se non si può ancora escludere che l’omicidio abbia avuto un movente razziale e che i quattro si siano accaniti su Monteiro Duarte anche per il colore della sua pelle – l’aggravante in tal senso è ancora da valutare e l’indagine è aperta – nelle prime ricostruzioni stampa questo elemento viene lasciato ai margini, concentrandosi invece sull’aspetto della “movida” e glissando sulla vicinanza dei fratelli Bianchi agli ambienti di estrema destra.

Tutti gli approfondimenti di TPI sull’aggressione di Colleferro: 1. LA CRONACA: 21enne interviene per difendere un amico: massacrato a morte dal branco / 2. LA RICOSTRUZIONE: “Vi prego basta, non respiro più, così è morto Willy / 3.LA BIO: “Sognava di diventare come Totti”: chi era Willy

4. I PROFILI: Dal culto per le arti marziali ai precedenti per spaccio: chi sono gli aggressori di Willy Monteiro / 5. IL DETTAGLIO: Uno degli aggressori di Willy Monteiro insegnava arti marziali ai bambini / 6. LE OPINIONi: Se a uccidere un bianco fossero stati 4 neri sarebbe scoppiato il finimondo (di G. Cavalli) e Quel gesto vigliacco e codardo: infierire sul corpo di Willy quando era già in terra (di Lara Tomasetta) 

482
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.